Tre concerti di grande spessore nazionale ed internazionale per la fase conclusiva della XIII edizione del Napoli Jazz Winter. Si parte con Danilo Rea e il suo omaggio a Fabrizio De Andrè, poi l’Orchestra Nazionale dei Conservatori jazz italiani diretta dal Maestro Pino Jodice  con ospite il celeberrimo batterista americano Billy Cobham ed infine chiusura con il trio Fresu-Sosa-Gurtu.

È un omaggio accorato e inedito quello che Danilo Rea porta in scena al teatro Acacia, giovedì 7 novembre, ore 21.30. Omaggio a Fabrizio De Andrè a venti anni dalla scomparsa. Interpretazione unica al pianoforte durante la quale Danilo Rea riproporrà i brani più celebri di Faber, accostando ad ognuno di essi arrangiamenti diversi. Fu nel 2010 che Rea regalò proprio a Fabrizio De Andrè un disco di successo e pluripremiato, e dopo molti anni la versione live, applaudita in tutta la penisola, è diventata un momento di grande musica, in grado di unire l’estro del pianista alla genialità del cantore genovese. Spogliate dal significato concreto della parola, le canzoni di De Andrè diventeranno l’ideale ispirazione per la grande forza creativa di Rea che si muoverà fra brani intramontabili come “Bocca di Rosa” e “La Canzone di Marinella”, intense ballate struggenti (“Caro Amore”, “La Stagione del tuo Amore”), passando per il blues e uno swing sincopato (“La Ballata Dell’Amore Cieco”) per arrivare persino a passaggi di puro free jazz (“Girotondo”). La performance che ne verrà fuori sarà un magnifico tributo alle canzoni di De André, ricolmo di melodia e tecnica straordinaria, un lavoro del tutto personale e originale che offre l’opportunità al mondo di conoscere due dei più importanti artisti italiani.