Il Napoli sotto per 3 a 0 all’Allianz Stadium, trova uno scatto d’orgoglio e in 2 minuti riapre la partita.

Brutta serata per gli azzurri all’Allianz Stadium, un colpo di sfortuna all’ultimo minuti di gioco, rende inutile una rimonta strepitosa in casa della vecchia signora. Un risultato che raramente si vede in serie A, eppure per la seconda partita consecutiva compare nella gara disputata dal Napoli, questa volta anche se il quarto gol lo segna ugualmente un calciatore azzurro (purtroppo nella porta sbagliata), porta la sconfitta ai partenopei.

Sotto di ben 3 gol in casa di chi, da ormai 8 anni consecutivi, vince quasi tutto in Italia, il Napoli ancora una volta ha dimostrato di non mollare mai, infatti, dopo il terzo gol di Ronaldo (che esulta ironizzando sul Var per un suo gol giustamente annullato nella precedente partita), dagli spalti i tifosi di casa iniziano ad intonare i cori partenopei, partendo dal famoso “sarò con te”, modificando il finale “Napoli torna campione” con “Napoli usa il sapone”, per poi passare a cantare ‘o surdato ‘nnammurato. Qui gli uomini di mister Ancelotti, trovano uno scatto d’orgoglio e in 2 minuti riaprono la partita, è Manolas con il primo gol in azzurro ad aprire le marcature azzurre, dopo 2 minuti il gol al debutto di Lozano che sfrutta un assist al bacio di Zielinski. Ma a far tacere l’intero Stadium è il 3 a 3 firmato Di Lorenzo a 9 minuti dalla fine del match. Solo l’autogol di Koulibaly ridà voce ai tifosi bianconeri ammutoliti per oltre 10 minuti.

Tre gol di tre neo acquisti del Napoli ad evidenziare, come il mercato estivo possa aver dato una spinta in più alla rosa già competitiva dello scorso anno. Preoccupa la difesa, autogol apparte, 7 gol in 2 partite per la coppia che si è candidata come la più forte del campionato, sono veramente eccessivi, anche se arrivati da Fiorentina e Juventus non proprio squadre di caratura bassa. Bisogna lavorare e registrare la difesa che sembra avere più di un problema, la sosta aiuterà a schiarire le idee, a differenza dell’attacco che mostra unu potenziale enorme totalizzando in 2 partite 6 gol in attesa di ritrovare Milik e il neoazzurro Llorente.