Napoli: scatto d’orgoglio sul 3-0 dopo i cori dell’Allianz Stadium ma si ripresenta la sfortuna

da | Set 1, 2019 | Calcio Napoli

Il Napoli sotto per 3 a 0 all’Allianz Stadium, trova uno scatto d’orgoglio e in 2 minuti riapre la partita.

Brutta serata per gli azzurri all’Allianz Stadium, un colpo di sfortuna all’ultimo minuti di gioco, rende inutile una rimonta strepitosa in casa della vecchia signora. Un risultato che raramente si vede in serie A, eppure per la seconda partita consecutiva compare nella gara disputata dal Napoli, questa volta anche se il quarto gol lo segna ugualmente un calciatore azzurro (purtroppo nella porta sbagliata), porta la sconfitta ai partenopei.

Sotto di ben 3 gol in casa di chi, da ormai 8 anni consecutivi, vince quasi tutto in Italia, il Napoli ancora una volta ha dimostrato di non mollare mai, infatti, dopo il terzo gol di Ronaldo (che esulta ironizzando sul Var per un suo gol giustamente annullato nella precedente partita), dagli spalti i tifosi di casa iniziano ad intonare i cori partenopei, partendo dal famoso “sarò con te”, modificando il finale “Napoli torna campione” con “Napoli usa il sapone”, per poi passare a cantare ‘o surdato ‘nnammurato. Qui gli uomini di mister Ancelotti, trovano uno scatto d’orgoglio e in 2 minuti riaprono la partita, è Manolas con il primo gol in azzurro ad aprire le marcature azzurre, dopo 2 minuti il gol al debutto di Lozano che sfrutta un assist al bacio di Zielinski. Ma a far tacere l’intero Stadium è il 3 a 3 firmato Di Lorenzo a 9 minuti dalla fine del match. Solo l’autogol di Koulibaly ridĂ  voce ai tifosi bianconeri ammutoliti per oltre 10 minuti.

Tre gol di tre neo acquisti del Napoli ad evidenziare, come il mercato estivo possa aver dato una spinta in piĂą alla rosa giĂ  competitiva dello scorso anno. Preoccupa la difesa, autogol apparte, 7 gol in 2 partite per la coppia che si è candidata come la piĂą forte del campionato, sono veramente eccessivi, anche se arrivati da Fiorentina e Juventus non proprio squadre di caratura bassa. Bisogna lavorare e registrare la difesa che sembra avere piĂą di un problema, la sosta aiuterĂ  a schiarire le idee, a differenza dell’attacco che mostra unu potenziale enorme totalizzando in 2 partite 6 gol in attesa di ritrovare Milik e il neoazzurro Llorente.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te