Ischia, maestri e star per la IX edizione del premio internazionale

da | Lug 4, 2019 | Cultura&Spettacolo

di Tina Incarnato

Il 22 giugno 2019 nella suggestiva cornice di Villa La Colombaia di Luchino Visconti a Forio si è svolta la IX edizione del Premio Internazionale ” Amici di Ischia”.

Il premio è stato rivolto alle personalità nazionali ed internazionali di imprenditoria, scienza e ricerca, arte cultura, musica cinema, comunicazione e volontariato, che con spirito di vera amicizia, hanno contribuito ognuno nei rispettivi settori a valorizzare l’isola di Ischia, la sua cultura, la sua storia, il suo sviluppo imprenditoriale e turistico. Due Maestri, due grandi artisti,  Veronesi, direttore d’orchestra  e Nannuzzi, autore di Cinema   sono stati insigniti del Premio   Amici di Ischia in omaggio a Luchino Visconti.  Alberto Veronesi (premiato dal presidente onorario Gianni Donzelli), figlio dello scienziato ed ex Ministro della Salute, Umberto, è attualmente fra i più importanti direttori d’orchestra al Mondo ed a settembre prossimo rivestirà il ruolo di chairman nell’evento che celebrerà la figura di uno dei padri del cinema neo realista, il regista Luchino Visconti.   Il Maestro dice nel ricevere il premio “di essere  felice di poter onorare un grande come Visconti, fra l’altro come lui, milanese d’origine e di cittadinanza, quale regista che per primo al mondo ha saputo coniugare la magia e le sonorità della lirica con l’incanto del cinema e delle importanti architetture del nostro paese “. Il premio, una creazione in ceramica degli artigiani di Keramos (gli stessi che in più di una occasione hanno omaggiato con le proprie opere anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella).Daniele Nannuzzi invece (premiato dallo storico dell’Architettura Alessandro Castagnaro) è attualmente l’autore che meglio riesce ad interpretare il passaggio tecnico ed artistico fra le visioni di Luchino Visconti e Franco Zeffirelli, dei quali è stato allievo e collaboratore, lungo il suo sodalizio artistico e professionale con il grande regista fiorentino scomparso proprio di recente. Il Maestro dice in merito che ” Zeffirelli ha lasciato un vuoto incredibile come Visconti ha lasciato una traccia di stile personale che per sempre resterà impressa  nell’esperienza di quanti operano  nel settore cinematografico”.  Anche Nannuzzi sarà di nuovo a settembre a Ischia per la rassegna che celebrerà Visconti ed al tempo stesso si appresta a diventare una fucina di formazione per i giovani professionisti del cinema europeo ed internazionale. Attesa all’evento, la sua lectio magistralis che avrà come tema portante il passaggio dalla pittura alla fotografia. Inoltre con il premio Amici di Ischia dedicato ad un grande del teatro e della canzone napoletana, nonché assiduo frequentatore dell’isola verde come Antonio Sorrentino, è stato premiato per la sua lunga e proficua produzione musicale e canora, il compositore ed arrangiatore Bruno Lanza, icona della canzone “made in Naples” ed convinto sostenitore ed alfiere delle nuove generazioni di talenti che a Napoli e provincia si impegnano per guadagnare il giusto spazio artistico che meritano. Il premio  è stato dedicato alla memoria del barone Gaetano Altieri, storico amico di Ischia e di tanti artisti, cantanti e musicisti volti noti del panorama nazionale ed internazionale. P remiata ancora la  talentuosa attrice teatrale e cinematografica, Antonella Cioli, che da enfant prodige iniziò la sua carriera a 13 anni di età proprio ad Ischia e poi ha continuato in maniera trionfale, esibendosi nelle compagnie di Luca De Filippo prima e di Vincenzo Salemme poi. Dallo spettacolo, alle professioni di successo. Per la sezione scientifica è stato premiato dal delegato alla Cultura del Comune di Forio, Gianni Matarese, lo scienziato e vulcanologo Giuseppe Luongo, per lunghi anni direttore dell’Osservatorio Vesuviano e attento studioso dei fenomeni sismici dell’isola d’Ischia. A lui è stato conferito il premio che gli organizzatori hanno intitolato alla memoria del ricercatore e scienziato triestino Julio Grablowitz, inventore dei sismografi e che a fine ‘800 costruì a Casamicciola l’Osservatorio Geofisico. Giuliana Sorà ha consegnato il premio al ricercatore medico, dr. Andrea Del Buono, presidente della Fondazione DD Clinic Research, che partendo dallo studio di piante ed erbe infestanti, ha elaborato un interessante metodo di depurazione dell’organismo umano dalle scorie tossiche. E ancora, al noto chirurgo estetico professor Silvio Smeraglia, che esegue interventi sulle star del cinema e dello spettacolo e che tuttavia non manca di mettere a disposizione di chi è in difficoltà, la sua abilità tecnica e medica. E poi il noto manager del turismo Roberto Sciò, che di recente proprio ad Ischia ha preso in gestione sotto l’egida della sua Pellicano Hotels, anche il prestigioso Resort Mezzatorre e che è stato premiato da Luisina Donzelli. Ed infine l’imprenditoria di successo. Con il premio consegnato dal parlamentare europeo Giosi Ferrandino all’industriale Cleto Sagripanti, Presidente della Unione Europea Calzaturifici. Ed ancora al vicepresidente di Confindustria Moda Napoli, Carlo Casillo (con il suo marchio “Push”) premiato dal presidente dell’Accademia della Moda, Michele Lettieri, Fortunato D’Angelo presidente della Citel Group (premiato dal presidente della commissione industria e turismo della Regione Campania, onorevole Nicola Marrazzo) e della executive della Caffè Borbone srl, dottoressa Patrizia Prunotto.
Lo cunto de li cunti

Lo cunto de li cunti

Il classico dei classici, bello tra i belli, Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile è, attualmente, il libro napoletano più noto, meritando persino, in tempi recentissimi, una messinscena cinematografica che, in verità, non ha riscosso consensi straordinari, ma...

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Un rapporto sul turismo enogastronomico individua la città partenopea come la più “appetibile” Gradualmente le riaperture stanno riportando turisti e visitatori nelle città italiane. Non sarà, purtroppo, un fenomeno di massa, ma considerati i presupposti, bisogna...

Parte il Festival delle Arti 2021

Parte il Festival delle Arti 2021

La rassegna, giunta alla sua sesta edizione, è organizzata dalla storica associazione Noi per Napoli Parte il Festival delle Arti 2021 Noi per Napoli dedicato alla città di Napoli, al suo patrimonio storico e culturale, alle sue tradizioni, alla Lirica e al Bel Canto...

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

’A Giunta vo’ affidà ê private ’o vverde d’ ’a Villa Cummunale Doppo paricchio tiempo, ’ncopp’ê giurnale napulitane se parlaancora d’ ’aVilla Cummunale. L’urdema volta fuje quanno ’o presidente De Luca facette chiudere parche e cciardine, comme si spannere ’o virusse...

Napoli celebra il “divin poeta”

Napoli celebra il “divin poeta”

La mostra “Divina Archeologia” a settembre al Mann ricorderà i 700 anni dalla morte di Dante In tutta Italia si celebrano quest’anno i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il “divin poeta” reso immortale dai versi della Divina Commedia. E non solo. Anche a...

La scuola dei giusti nascosti

La lettura di questa settimana riprende il genere della narrativa con un romanzo di formazione scritto da Marcello Kalowski, “La scuola dei giusti nascosti”, pubblicato lo scorso anno dalla casa editrice Besa. Due ragazzine sono le protagoniste che animano la storia,...

Un concerto per il principe

Un concerto per il principe

Ricordo in musica, on line, per i 250 anni dalla morte di Raimondo di Sangro La pandemia sta assestando un colpo durissimo alla cultura. Ma per fortuna non tutto tace. Sabato, stasera, alle 19.30 un concerto on line aprirà le celebrazioni per i 250 anni dalla morte di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te