Lasciatela in pace, almeno adesso

da | Mag 7, 2019 | Cronaca

A lottare con la morte in un freddo letto di ospedale. Mentre voi parlate, Noemi è lì a lottare con la morte. Ma voi non vi rendete conto e parlate ancora. Il sindaco attacca il ministro. Il ministro attacca il sindaco. Il sindaco attacca Saviano. Saviano attacca Napoli. Il presidente della Regione attacca il sindaco e il ministro. Il ministro attacca il presidente della Regione. Tutti contro tutti. Nel nome di Noemi. Ma Noemi, in questo momento, non ha bisogno di tutto questo. Non ha bisogno della vostra retorica politica, della vostra propaganda elettorale né di stabilire di chi è la colpa di quanto di terribile le è accaduto. E Noemi non ha bisogno nemmeno delle parole di uno scrittore milionario che guarda la città da lontano e ne esalta solo le negatività per un suo tornaconto. Aveva bisogno “prima” che vi preoccupaste di farla vivere in una città sicura. Aveva bisogno “prima” che vi impegnaste seriamente e concretamente a far sì che il sistema che vi dà da mangiare, vi rende famosi e vi fa vivere una vita comoda in poltrona funzionasse meglio, garantendo il rispetto dei diritti di tutti i cittadini, specie di quelli più piccoli e indifesi. Aveva bisogno, prima che qualcuno le sparasse un colpo di pistola contro per errore, che voi faceste in modo che camminare per le strade di Napoli, in pieno giorno, non fosse pericoloso. Noemi aveva bisogno di crescere in un mondo in cui ha l’opportunità di sviluppare i suoi talenti e le sue passioni e magari La città in ansia per Noemi La bimba di 4 anni ferita per errore in una sparatoria è ancora grave ma le sue condizioni sono stabili. Fuori al Santobono spuntano palloncini colorati e messaggi da altri bambini. Ma i “grandi” continuano a litigare. Salvini e De Luca ieri in visita nell’ospedale coniugarli col lavoro della vita nella sua città, senza essere costretta ad emigrare al Nord o all’estero per poter vivere bene. Ora che è sedata e intubata in un letto di ospedale, con i polmoni perforati da un proiettile di guerra, tutti voi avete fallito. Tutti noi abbiamo fallito. Ormai è tardi. E allora, almeno adesso lasciatela in pace. Abbandonate per qualche istante il vostro egocentrismo. E pregate. Pregate tutti affinché lei possa continuare a crescere. Pregate perché se lei ce la farà, d’un colpo laverà le vostre coscienze oggi macchiate da quello che non avete fatto, oppure che avete fatto di sbagliato per la sua città e per farla arrivare a questo punto. A lottare con la morte in un freddo letto di ospedale.

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

Pozzuoli, pornografia minorile: arrestato 27enne

I militari della Stazione Carabinieri di Monteruscello, in esito a una perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo a seguito di una denuncia sporta dai genitori di un minore presso la Stazione di Palermo Borgo Nuovo, hanno tratto in...

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Napoli, piazza Amedeo: tenta una rapina. Fermato

Martedì scorso gli agenti del Commissariato San Ferdinando, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti all’interno della stazione metropolitana di piazza Amedeo per la segnalazione di una tentata rapina commessa da un uomo armato di un coccio di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te