All’Orientale con la sceneggiatrice Giuliana Del Pozzo alla scoperta della scrittura creativa

da | Apr 27, 2019 | Cronaca

Un impulso alla fecondità artistica del nostro territorio, valorizzando e investendo sulle potenzialità dei giovani, mettendoli in contatto con il mondo del lavoro e i professionisti del comparto audio-visivo per sviluppare talenti e creare sinergie. È con questa ambiziosa mission che proseguono le lezioni-laboratorio del docente, film maker e presidente dell’associazione culturale Ved Francesco Giordano all’interno del “laboratorio di audiovisivi per il teatro, la tv e il cinema” del corso di laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali promosso dall’Università l’Orientale di Napoli e fortemente voluto dallo stesso Giordano.
Grande impatto ha avuto sui giovani universitari l’incontro con Giuliana Del Pozzo, sceneggiatrice, esperta di scrittura creativa, docente di lettere, coordinatrice dei Laboratori di Arti visive realizzati presso istituti scolastici e carceri, nonché sceneggiatrice che ha curato, tra le altre cose, la scrittura del film “Le stanze aperte”, prodotto dall’associazione Ved e che sarà oggetto di visione e dibattito nel corso di una delle lezioni aperte al pubblico previste per il laboratorio. La narrazione e lo sviluppo della sceneggiatura è stato il tema dell’incontro, che ha visto la sceneggiatrice e docente interfacciarsi con una classe eterogenea in.un tempo limitato, che è riuscita a rendere comunque produttivo e fecondo. “La scrittura non è magia ma, evidentemente, può diventare la porta d’ingresso per quel mondo che sta nascosto dentro di noi. La parola scritta ha la forza di accendere la fantasia e illuminare l’interiorità”. Partendo da questo assunto di Aharon Appelfeld Giuliana Del Pozzo ha coinvolto gli studenti in un “brain-storming emotivo” suggerito dalla lettura di alcune “lettere dalla Shoà”. Percepire la scrittura come materia viva è fondamentale, lo si apprende dall’incontro con.la docente, per trasmettere a chi voglia intraprendere questa strada di vivere con intensità e bellezza. Liberare dunque la scrittura dall’urgenza di regole e sintassi per ritrovare quella sincerità che dà senso alla parola scritta e se si tratta di realizzare un testo per immagini tutto è ancora più necessario.
I ragazzi del laboratorio sono apparsi attivi, sensibili e partecipi: dalla lettura alla conversazione su suggestioni, tematiche, interpretazioni Giuliana è riuscita a rendere gli studenti protagonisti e consapevoli del loro universo interiore che aspetta di essere raccontato. Pezzi di vita vissuta o suggestioni, letture, insieme alla consapevolezza delle nostre emozioni sono in grado di attivare l’azione vitale della scrittura creativa, una delle esperienze umane più stimolanti in grado di portare alla luce ciò che già esiste in ciascuno, la volontà di raccontare e condividere, ma anche la consapevolezza delle proprie potenzialità, spesso inespresse.
Gli studenti, disponibili a mettersi in gioco, sensibili all’ascolto, sono stati attenti a quei particolari di cui uno scrittore si alimenta, cimentandosi in un esercizio suggerito dalla scuola americana di scrittura: una sorta di “stream of consciousness”. A partire da una parola-stimolo la penna deve scorrere sul foglio abbandonando logica, sintassi, punteggiatura, coerenza. Operazione propedeutica alla seconda parte della lezione che ha avuto al centro l’idea e il soggetto di un film. Lavorare sulle emozioni per spalancare la porta a quella che sarà l’idea del film e da questa al racconto breve del testo da realizzare in immagini. Anche in questo caso gli studenti si sono messi in gioco ed hanno condiviso la propria idea, dimostrando che la scrittura in realtà è sempre già dentro di noi prima di fluire ed essere rappresentata. L’apporto di Giuliana Del Pozzo è fondamentale nell ottica di costruire nei giovani studenti una coscienza critica e per dotarsi di una salda volontà di non “delegare”, anche se si tratta di raccontare.
L’incontro con la sceneggiatrice, preceduto da quello con il regista teatrale Franco Maione, si inserisce in un filone di incontri con professionisti della settima arte che proseguirà per tutto il mese di maggio e fino ai primi di giugno con incontri, dibattiti e proiezioni pubbliche nell’ambito del laboratorio di audiovisivi presso l’Orientale.

San Giovanni a Teduccio, inaugurato un nuovo hub vaccinale

San Giovanni a Teduccio, inaugurato un nuovo hub vaccinale

La campagna vaccinale per la fascia di età 5 – 11 anni continua presso gli Istituti Comprensivi della Città di Napoli. Ieri, alla presenza del Vicesindaco con delega all’istruzione Maria Filippone, della Preside Teresa Sasso e dei Docenti delll’Istituto Sarria – Monti...

Trenitalia, arriva in Campania il il Frecciargento duplex

Trenitalia, arriva in Campania il il Frecciargento duplex

Arriva in Campania il Frecciargento duplex: due Frecciargento accoppiati in un unico treno, per un totale di 14 carrozze e circa 700 posti offerti a bordo. Si tratta di una prima assoluta per i Frecciargento: la composizione doppia di fatto moltiplica l’offerta di...

Caivano, accoltellamento nell’autolavaggio: arrestato 29enne

Caivano, accoltellamento nell’autolavaggio: arrestato 29enne

A Caivano i Carabinieri della locale tenenza insieme ai militari della sezione operativa della compagnia di Casoria hanno arrestato per tentato omicidio un 29enne incensurato del posto. Ieri pomeriggio un 53enne di origine pakistana è giunto presso l’ospedale di...

Anm, più del 25% di autisti assenti per Covid: corse ridotte

Anm, più del 25% di autisti assenti per Covid: corse ridotte

“La situazione emergenziale conseguenza della quarta ondata della pandemia di Covid in atto sta condizionando pesantemente anche il servizio di trasporto di superficie, a causa dell’incremento vertiginoso degli eventi di malattia tra gli autisti in gran parte...

Napoli, vendeva mascherine di provenienza ignota: sanzionato

Napoli, vendeva mascherine di provenienza ignota: sanzionato

Gli agenti del Reparto di Polizia Investigativa Centrale della  Polizia Locale di Napoli durante l'attività di controllo del territorio per la  prevenzione,  hanno sorpreso un soggetto della provincia di Salerno che in via Galileo Ferraris stava vendendo circa  4000...

Addio a Hugo Maradona, fratello di Diego: aveva 52 anni

Addio a Hugo Maradona, fratello di Diego: aveva 52 anni

È deceduto questa mattina, a poco più di un anno dalla morte di Diego Armando Maradona, avvenuta il 25 novembre 2020 a Tigre, in Argentina, anche Hugo Maradona, suo fratello. Il decesso è avvenuto per un arresto cardiaco Hugo Maradona, 52 anni, è deceduto nella sua...

Natale all’Edenlandia con Babbo Natale e i suoi aiutanti

Natale all’Edenlandia con Babbo Natale e i suoi aiutanti

Oggi, domani, il 25 e 26 dicembre,  il grande parco cittadino resterà aperto con ingresso gratuito, per un divertimento senza prezzo. Babbo Natale con i suoi aiutanti, aspetta ancora i più piccoli nella sua casetta, per la consegna della letterina e per poter scattare...

Murale di Siani, avviati i lavori. Sarà ridisegnato

Murale di Siani, avviati i lavori. Sarà ridisegnato

Sono cominciati i lavori di recupero del murale dedicato a Giancarlo Siani che si trova in via Romaniello, la strada alle spalle di piazza Leonardo al Vomero dove il giornalista del Mattino fu ucciso nel 1985. Il murale fu inaugurato nel 2016, ma in tutti questi anni...

Per un tubo rotto, 32 aule chiuse

Per un tubo rotto, 32 aule chiuse

Ancora disagi per alunni (e genitori) dopo l’allagamento al liceo Sannazaro Continuano i disagi per gli studenti (e famiglie) del prestigioso Liceo Sannazaro di via Puccini, al Vomero, dopo la rottura di una conduttura idrica del secondo piano avvenuta presumibilmente...

Il diritto al Natale dei figli di separati

Il diritto al Natale dei figli di separati

di Cinzia Rosaria Baldi * I genitori dovrebbero mettere da parte i loro problemi e regalare feste serene alla prole Il Natale è il periodo più atteso dell’anno, luci, addobbi colorati, la corsa ai regali trasmettono allegria, ma anche emozioni diverse. In particolare...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te