“Napoli non è la zavorra del Paese anzi Napoli sta dimostrando di aver raggiunto risultati che in altre città non so se avrebbero raggiunto. E noi siamo in condizioni sfavorevoli rispetto ad altre città. Auguro alla nuova Confcommercio di fare un grande lavoro ed ho molto apprezzato le parole che hanno aperto questo convegno. Bisogna garantire servizi e infrastrutture migliori ma anche sottolineare i risultati ottenuti da Napoli che sta diventando sempre più una potenza”. È quanto affermato dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris  a margine del convegno “Lo sviluppo del Sud Italia”, organizzato dalla Confcommercio nell’Agorà Morelli. “Oggi si inaugura la mostra di Caravaggio a Capodimonte dopo Canova al Mann – ha aggiunto il primo cittadino – e questo è il segno che Napoli viene scelta per gli eventi in tanti settori come nello Sport come accaduto con le Universiadi e ciò vuol dire che adesso si punta su Napoli”.

Il sindaco ha commentato anche il recente episodio di criminalità a San Giovanni a Teduccio, spiegando che ora “i napoletani si stanno ribellando alla criminalità” e che la mentalità è cambiata: “La strada della cultura – ha affermato – è la migliore arma di riscatto e risposta a quei vili che sparano fuori alle scuole e nelle strade dovranno andare via da Napoli”.

Sulla bonifica di Bagnoli, de Magistris l’ha definita “un’altra vittoria della città” ribadendo che “si farà sicuramente e con le ruspe che ci piacciono, quelle che vanno a bonificare i territori invece di fare altro”. Chiaro qui il riferimento alla politica del Governo, su cui il sindaco non manca di lanciare diverse critiche. “Non vedo misure per sviluppo e investimenti da parte del governo – ha dichiarato – che sembra creare solo l’illusione del lavoro col Reddito di cittadinanza e con la Quota 100, il governo sembra più volersi fermare e non mettersi in movimento. Ma la botta la avranno presto. Il governo deve dare ossigeno ai territori e invece continua a fare tagli ai Comuni e non è attento a ciò che accade in molte aree del Mezzogiorno”.