Città della Pizza: 9 pizzerie napoletane a Roma per presentare sua maestà la pizza di Napoli

da | Apr 11, 2019 | Cucina

Il 12, il 13 e il 14 aprile alcuni dei migliori maestri pizzaioli di Napoli trasferiranno le loro pizzerie all’interno della più grande Città della Pizza d’Italia: piazza Ragusa a Roma. Saranno infatti tre giorni in cui i visitatori della Città della Pizza, provenienti non solo da Roma ma da tutta Italia, potranno fare un vero e proprio viaggio culinario per scoprire la cultura, la tradizione, gli ingredienti e i diversi tipi di pizza da Sud a Nord Italia passando per il centro.

39 maestri pizzaioli arrivati da tutta Italia si confronteranno su tecniche, lievitazione e prodotti e tutti gli appassionati potranno entrare nelle loro “case” ricreate all’interno della Città della Pizza e mangiare le pizze più buone d’Italia scegliendo tra oltre 120 ricette dalle più tradizionali alle più creative. Le “case” della pizza saranno 14 mentre le categorie di pizza saranno 7: napoletana, italiana, romana, a degustazione, fritta, al taglio e gluten free.

Uno spazio all’interno della Città della Pizza sarà dedicato ai quattro ingredienti principali della pizza: farina, pomodoro, mozzarella e olio evo. Non mancheranno nemmeno spazi dedicati a vino e birra e nei tre giorni di manifestazione le aziende sponsor dell’iniziativa promuoveranno i propri prodotti attraverso degustazioni, corsi e laboratori. Ci saranno anche workshop e incontri tecnici con la partecipazione di grandi maestri, giornalisti e operatori del settore.

Per i più piccoli saranno allestiti Kids Lab ad hoc organizzati con la collaborazione di Boing e Cartoonito. I bambini avranno la possibilità di realizzare, grazie all’aiuto e ai consigli di esperti maestri pizzaioli, tante fantastiche e gustose pizze. Tutti i partecipanti riceveranno, inoltre, un simpatico gadget firmato Boing e Cartoonito e avranno la possibilità di fare merenda insieme.

L’ingresso alla Città della Pizza è gratuito, la partecipazione a incontri, laboratori e workshop ( anche il Kids Lab ) è gratuita ma è necessaria la registrazione poiché i posti sono limitati. Le pizze ( tutte intere, tranne quelle al taglio ) e i fritti costano dai 3 ai 10 euro e si possono acquistare con gli appositi gettoni ( 1 gettone = 1 euro ).

Non ci resta che fare il nostro più sincero “in bocca al lupo” quindi ai maestri pizzaioli napoletani che saranno a Roma questo week end, suddivisi di seguito nelle categorie per le quali parteciperanno, per portare sua maestà la pizza napoletana alla Città della Pizza di Roma:

Categoria Pizza Napoletana

Ciro Salvo – Pizzeria “50 Kalò”

Vincenzo Esposito – Pizzeria “Carmnella”

Francesco e Salvatore Salvo – Pizzeria “Fratelli Salvo”

Rosario Ferraro – Pizzeria “L’Antica Pizzeria Da Michele”

Angelo Grieco e Giuseppe Furfaro – Pizzeria “Trianon”

Errico Porzio – Pizzeria “Porzio”

Marco e Antonio Pellone – Pizzeria “Ciro Pellone”

Categoria Pizza e Fritti

Isabella De Cham – Pizzeria “Pizza fritta”

Categoria Pizza Napoletana Gluten Free

Diego Vitagliano e Sara Palmieri – Pizzeria “10”

All’osteria Partenope mercoledì di degustazioni: Bbiv!

All’osteria Partenope mercoledì di degustazioni: Bbiv!

Nuovo mini ciclo di degustazioni all'Osteria Partenope al Vomero, in via Cimarosa. Mercoledì 14 ottobre sarà la volta di BBIV! Degustazione delle etichette dell’azienda Mustilli, tra cui il novello vincitore dei 3 bicchieri del Gambero Rosso: Vigna Segreta! Vi...

Osteria Partenope, un angolo di mare al Vomero

Osteria Partenope, un angolo di mare al Vomero

In via Cimarosa la migliore cucina mediterranea della tradizione si fonde con l’innovazione All’Osteria Partenope, al civico 56 bis di via Cimarosa, nel cuore del Vomero, la città finisce e lascia spazio al mare: si entra così in un pittoresco vialetto con i tavolini...

Da Vittorio? Presto e bene!

Da Vittorio? Presto e bene!

“Salvatò dovete aggiungere ‘presto e bene’ all’insegna qua fuori, perché da voi si mangia veramente così e tutti lo devono sapere”. A suggerire il nome odierno della nota trattoria “Da Vittorio presto e bene”, al civico 23 di via Niutta all’Arenella, fu un’affezionata...

CHEF IN PIZZERIA annullato il quarto APPUNTAMENTO

CHEF IN PIZZERIA annullato il quarto APPUNTAMENTO

CHEF IN PIZZERIA annullato il quarto APPUNTAMENTO Annullato il quarto appuntamento di Chef in Pizzeria che il prossimo 27 Febbraio avrebbe dovuto ospitare il Maestro Ernst Knam: a seguito delle disposizioni in materia sanitaria e in via prudenziale, oltre che in virtù...

Ecco il vino per il panino

Ecco il vino per il panino

“Felicità è un bicchiere di vino con un panino” cantavano Albano e Romina nel ’82, in una delle canzoni più celebri del duo, esaltando la sensazione di benessere sprigionata dal connubio tra i due elementi. E non è certamente un caso se la speciale commistione di...

“Evoluzione 2020”

“Evoluzione 2020”

Eccezionale impegno nella valorizzazione e promozione dell’olio extravergine di oliva di qualità”: è con questa motivazione che la pizzeria dei Fr.lli Francesco&Salvatore Salvo ha ricevuto un premio nell’ambito della kermesse “Evoluzione 2020”, organizzata da...

La forchetta a 4 rebbi: invenzione napoletana

La forchetta a 4 rebbi: invenzione napoletana

La forchetta arrivò in Italia nell’anno 1000 introdotta dalla principessa bizantina Maria Argyropoulaina che sposò Giovanni Orseolo, figlio del doge di Venezia. Si trattava di forchettoni d’oro molto appuntiti a 2 o 3 rebbi, nate fondamentalmente per infilzare i...

Frizzante e rigenerante: nasce il vino per la pizza

Frizzante e rigenerante: nasce il vino per la pizza

Dall’incontro di due eccellenze del made in Italy nasce Wine for pizza, il vino perfetto da degustare insieme alla pizza. La scelta che farà sicuramente felice gli enoappassionati stanchi del classico abbinamento delle pizze con le birre, è frutto dell’ingegno degli...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te