“Sono triste per come queste persone divertono”: la denuncia “social”di una spagnola aggredita da una baby gang al femminile

da | Apr 6, 2019 | Cronaca

“Poche ore dopo aver fatto una denuncia formale scritta presso i Carabinieri sento il dovere di farla anche socialmente”. Scrive così in apertura di un lungo post su Facebook una donna spagnola aggredita nei giorni scorsi al Vomero, da una baby gang tutta al femminile, una triste novità. La donna, una 50 enne, mentre passeggiava è stata vittima del teppismo di un gruppo di ragazzine che le hanno spruzzato negli occhi uno spray al peperoncino.

“Sono una spagnola che ama Napoli e i napoletani –  continua nel post  -. Ho sempre parlato bene di questa città, però oggi ho subito un disagio. Passeggiando per via Luca Giordano, angolo con via Pitloo, un’auto si ferma per farmi attraversare e, mentre mi appresto a farlo, due scooter con due persone a bordo ciascuno, sorpassano l’auto ferma. Il primo scooter, con una ragazza biondina in sella mi spruzza uno spray sul viso, capelli e parte superiore del corpo. Il secondo scooter che seguiva, ripete quello che aveva appena fatto il primo, con un altro spray. Mi sono diretta alla Caserma Carabinieri Vomero i quali, immediatamente hanno dato ordine radio di pattugliare la zona Vomero. Il militare che ha raccolto la mia denuncia, mi ha detto che tutti dovrebbero agire con questa tempestività per facilitare il loro compito di ricerca e di formalizzare il tutto mediante denuncia scritta non appena la Caserma apra al pubblico. Sono personalmente molto triste per il modo in cui queste 4 persone giovani si “divertono” e, più che un castigo, vorrei che capissero le conseguenze che i loro atti potrebbero causare. In questi casi, il miglior rimedio per riparare ai loro danni sarebbe formarsi e prepararsi alla vita per essere migliori persone. Vorrei tanto che leggessero, perché credo sia la forma migliore di divertirsi e creare. Lamentandosi non si ottiene niente”.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2129754953773446&set=pcb.2129755047106770&type=3&theater

 

Il post è ormai divenuto virale per le tante condivisioni sul social network da parte dei diversi cittadini stanchi della mancanza di controlli nel quartiere collinare.

 

 

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te