Sontuosi senza strafare gli azzurri offrono spettacolo, ordine tattico, colpi di classe e prestazione sul piano psicologico da grande squadra. Bastano solo due minuti e il primo dardo è scagliato da Milik, che mostra tutto il suo bagaglio tecnico da attaccante di razza, stoppando  in corsa   il pallone con il tacco  e dopo un rapido “tressessanta”, tira di sinistro non lasciando scampo ad Olsen. I partenopei sono padroni del campo, merito di un gran lavoro sugli esterni duo Callejon/Verdi  e di Ruiz in mediana. Le occasioni limpide nel primo tempo sono almeno un paio per gli uomini di Ancelotti, che si fanno raggiungere sul pari all’ultimo minuto del primo tempo, complice  un’entrataccia di Meret su Schick. Perotti dagli undici metri non fallisce e manda le squadre al riposo sul risultato di 1-1.

Napoli “on fire” nel secondo tempo

Nel secondo tempo la musica non cambia, i partenopei coprono con equilibrio e meticolosità tutti gli spazi, creando un poderoso possesso palla.  Al 50′ su cross rasoterra di Callejon, il portiere Olsen buca l’ uscita, lasciando indisturbato al tap-in Mertens, che ringrazia, segna e raggiunge Cavani a quota 104 reti con la maglia azzurra. Giallorossi svogliati e psicologicamente assenti, subiscono il terzo gol su contropiede innescato da Fabian Ruiz geometrico nel servire  Verdi al centro dell’ area avversaria, che lesto insacca di destro. Il poker è,  infine, gentilmente servito dal subentrato Younes, al suo secondo gol consecutivo in campionato. Risultato finale Roma – Napoli 1-4.

Il punto su Roma – Napoli

Una Roma impalpabile e spenta non riesce davanti al pubblico di casa a rispondere   con una prestazione dignitosa dopo la sconfitta in trasferta contro la Spal. L’effetto Ranieri è svanito dopo una sola partita e i problemi di carattere fisico e psicologico dei giallorossi sono più che evidenti.

In contraltare il Napoli offre una prestazione da 10 in pagella. Nonostante le pesanti assenze di Zieliski e Insigne, la rinascita di Mertens, l’intensità di Verdi e il carattere e la tenacia dei rincalzi Ounas e Younes regalano i tre punti in campionato e la gioia di aver battuto ancora una volta la Roma all’ Olimpico. La strada verso la sfida contro l’ Arsenal parte mettendo in cantiere un mattoncino dopo l’altro e incasellando le giuste vittorie, come quella di oggi.