Da derby del sole a derby dei veleni

da | Mar 31, 2019 | Calcio Napoli

Noi vogliamo 11 leoni! Ma a volte ne possono bastare anche 9. Come accadde in un celeberrimo Roma-Napoli del 1987. C’era una volta il derby del Sud, anche detto Derby del Sole. Oggi Roma-Napoli è il derby dei veleni che si porta uno strascico di odio, livori ed episodi che hanno inquinato nell’ultimo ventennio una sfida che un tempo era tra tifoserie unite e gemellate. Un gemellaggio che finì proprio in quel pomeriggio di ottobre di 32 anni fa. Il Napoli andò all’Olimpico con il tricolore in petto. Eravamo campioni d’Italia per la prima volta dopo la storica data del 10 maggio 1987. Al tempo l’Olimpico era stracolmo di azzurro, con il popolo giallorosso a braccetto per un legame che sembrava duraturo e inossidabile contro il potere del Nord. Ma bastarono 90 minuti per cancellare decenni. Era la Roma di Nils Liedholm, il “Barone” giunto al crepuscolo di una meravigliosa carriera. Era ciò che restava della “Magica” che conquistò lo scudetto del 1983 e che perse la nefasta finale di Coppa dei Campioni con il Liverpool nella stagione successiva. Finita l’epoca dell’Ottavo Re Paulo Roberto Falcao, c’era un passaggio di consegne tra una Roma in graduale declino e l’incipiente forza del Napoli di Maradona che cominciava un ciclo favoloso e ancor oggi impresso nel marmo della leggenda. In quel pomeriggio splendeva il Sole, proprio a coronare la luminosità del Derby del Sud. Il primo tempo si chiuse 0-0. Successe tutto nella ripresa. La Roma al primo assalto segnò con il “bomber di Crocefieschi”: Roberto Pruzzo. Esplose la gioia romanista. E si accese l’orgoglio azzurro. Diventò una battaglia. Careca 8 e Collovati, dopo essersele dette di ogni colore, passano alle vie di fatto. E a farne le spese è il nostro numero 9 che allunga la testa sul faccione del difensore: espulso. Napoli in 10. Neppure il tempo di riassestarsi che poco dopo Renica ferma in spaccata la foga di Boniek che stava per volare verso la porta: espulso. Napoli in 9 uomini, senza il centravanti e senza il libero. Per molti era finita lì. Per molti, ma non per tutti. L’Olimpico canta senza sosta e già comincia a fare festa. Poi ad una ventina di minuti dalla fine accade l’incredibile. Calcio d’angolo di Maradona e stacco di Francini che vola più in alto di una selva di teste giallorosse. La palla si infila giusto all’incrocio con Tancredi che a momenti sbatte contro il palo: 1-1! Non succede più nulla. Il Napoli in 9 uomini conquistò un pareggio che aveva il chiaro sapore della vittoria. Per la Roma fu una onta che lasciò un segno profondo. Ma ciò che fece rompere gli argini del gemellaggio non fu ciò che accadde in campo, bensì quello che successe alla fine della partita. Salvatore Bagni, “il guerriero”, estenuato dai fischi e dagli improperi dei tifosi romanisti, va dritto sotto la Curva Sud e fa il gesto dell’ombrello. Apriti cielo. Napoli e Roma diventano nemici in un solo attimo. Al ritorno al San Paolo ci fu clima di guerriglia, quella che purtroppo accompagnerà poi i match seguenti, trasformando l’amicizia in odio nell’ultimo tremendo ventennio. Ma il ricordo sportivo di quel pomeriggio di oltre 30 anni fa, esula da qualsiasi veleno e racconta di un Roma-Napoli che resterà per sempre nella storia sportiva e nel romanzo calcistico. Quella di 9 leoni azzurri che furono più forti di 11 gladiatori…

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

Il Napoli gioca già sul mercato

Il Napoli gioca già sul mercato

Il ds Cristiano Giuntoli è al lavoro per progettare la squadra del futuro: ecco i nomi sul suo taccuino In questo particolare momento della stagione esistono due Napoli, quello che sul campo tenta di centrare l’accesso alla prossima Champions e quello che lavora per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te