“Il viaggio dell’Ingegner Terrone”: il riscatto del Sud all’Unione Industriali di Napoli

da | Mar 29, 2019 | Cultura&Spettacolo

Ogni libro racchiude in sé tanti mondi, racconta realtà, punta il focus su aspetti di essa. “Il viaggio dell’ingegner Terrone. Il pericoloso percorso di un imprenditore del Sud” di Aldo Forbice abbraccia i temi del lavoro, della discriminazione nei confronti dei meridionali, del riscatto di una Terra troppo spesso sottovalutata e martoriata. La presentazione tenutasi presso l’Unione Industriali Napoli è stata l’occasione per rimettere al centro tali tematiche, analizzate dagli illustri relatori presenti al tavolo. L’evento è stato moderato da Enzo Agliardi, il quale ha, appunto, fatto riferimento alle varie sfaccettature poi sviluppate dall’autore e dal protagonista del libro, così come da Domenico Falco, Salvio Capasso e da Carmine De Pascale.

«Non bastano le diagnosi ma vanno affrontati quelli che sono i veri problemi del Sud. Negli ultimi 5 anni, dalla prima alla seconda edizione del libro stesso, è cambiato lo scenario politico e non solo», ha dichiarato il noto giornalista.

L’Ingegnere ha, quindi, aggiunto: «Questa storia, negli anni, è stata ripresa da tanti giornalisti. Voglio presentare questa mia storia perché può innescare il movimento culturale del Sud. Il Sud è ancora vivo e non hanno ancora avuto la forza di annientarci».

Il Presidente del Corecom nonchè Vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti Campania ha puntato l’obiettivo su un altro tema: «Il divario tra Nord e Sud esiste, ma non nasce oggi. Quando ci fu “rapinato” il Banco di Napoli, la classe dirigente rimase inerme. Il Mezzogiorno ha bisogno di capitali ed investimenti: Terrone è un imprenditore, fa uno sforzo da solo».

Il Responsabile Servizio “Imprese & Territorio” ha detto la sua: «Il tema della giornata è il coraggio di fare delle scelte nel proprio lavoro. Fare impresa significa agire ed essere aperti a mercato, globalizzazione e formazione. Il nostro tessuto imprenditoriale, ora come ora, può essere rappresentato sotto forma di una piramide: al Mezzogiorno c’è un problema di densità di aziende, sono troppo poche».

Il Generale nonché Consigliere Regionale Campania ha chiosato: «Da questo libro possono nascere anche considerazioni di carattere politico. La storia di Francesco Terrone è anche la mia, ma chissà di quanti: ci ricordiamo tutti l’emigrazione negli anni ’60. Francesco è andato su al Nord, trovando una barriera, quando si è presentato come l’ingegner Terrone, laureato alla Federico II. Gli fu detto che non poteva rappresentare l’azienda con quel cognome: questa si chiama discriminazione, ed esiste ancora oggi».

Il Sud è ancora vivo.

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Oggi, lunedì 28 febbraio e martedì 1 marzo alle ore 15 e 17 e domani, domenica 27 febbraio, alle ore 10, 12, 15, 17 va in scena l’insolita esperienza di fruizione museale, ideata e realizzata da Le Nuvole con Casa del Contemporaneo e la collaborazione della direzione...

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te