Luce verde per il nuovo contratto collettivo cantonale di lavoro dell’autotrasporto. La decisione è stata assunta dall’assemblea straordinaria dei soci di Astag Associazione Svizzera dei Trasportatori Stradali, Sezione Ticino, al termine – come sottolinea Adriano A. Sala, presidente della Sezione Ticino dell’Associazione nazionale dell’autotrasporto Astag – al termine di un lungo, approfondito e per certi aspetti complesso, dibattito e negoziato.

“Questo risultato – precisa Sala – rappresenta un’innovazione assoluta nel mondo dell’autotrasporto sia a livello cantonale, sia a livello nazionale”.

Di concerto con le parti sindacali OCST e Les Routiers Suisse verranno ora definite le modalità e i tempi necessari per rendere obbligatorio il nuovo contratto, che si pone, nella tutela delle aziende del settore, di “porre un freno sia alle forme, ormai troppo diffuse, di concorrenza sleale, sia al dumping salariale, che da anni minano il settore del trasporto su strada nel Cantone, incidendo in modo drammatico anche sui livelli di sicurezza stradale nel nostro Paese”.