Strisce blu ridotte, Napoli protesta

da | Mar 27, 2019 | Cronaca

Dopo le numerose segnalazioni e proteste da parte di residenti con permesso sosta sulle strisce blu dei quartieri Vomero, Arenella e Chiaia, che lamentano la sottrazione di intere aree di parcheggio, che sarebbero state trasformate in aree per la sola sosta “a rotazione” a pagamento, interviene il Comune. E lo fa attraverso il presidente della Commissione mobilità, Nino Simeone, che in seguito all’articolo del nostro giornale e alle proteste dei cittadini, ha scritto all’amministratore unico dell’Anm, Nicola Pascale, per chiedere chiarimenti. “L’Anm non deve ridimensionare le aree di sosta per i residenti, che già hanno subito pesanti rincari per parcheggiare nelle aree di propria competenza – avverte Nino Simeone – . Qualsiasi decisione o provvedimento l’Anm abbia potuto prendere in autonomia, senza coinvolgimento della Commissione e quindi del Consiglio chiederò al sindaco di prendere provvedimenti, per tornare alla situazione precedente”. Il principio di riservare degli spazi per l’alternarsi delle vetture di coloro che provengono da altre zone per commissioni o per lo shopping è giusto (e produce anche maggiori incassi) ma tutto va fatto nella massima trasparenza. Tanto più che gli stalli riservati ai residenti già erano insufficienti (rispetto ai permessi rilasciati). L’arrivo nelle settimane scorse di una sventagliata di multe ha messo i cittadini in allarme. In molti si sono accorti solo in questi giorni della segnaletica stradale – relativa alle aree a rotazione – con cui s’avverte che “sono soggetti al pagamento anche i possessori di permesso per residenti ed i disabili”. Gli automobilisti si sono messi alla ricerca di informazioni. Ma la polizia municipale invitava a rivolgersi all’Anm (che gestisce il servizio e le relative sanzioni, su delibera comunale). Nei presidi Anm preposti al rinnovo dei permessi non ne sapevano nulla. Inutili anche i tentativi di comunicare con l’Anm via Internet o tramite il numero verde. Insomma s’è determinato un certo pathos, a pochi giorni dal termine per il rinnovo dei permessi per il 2019 (scadenza il 31 marzo). Certezze “ufficiali” al momento non ce di Luisa Russo ne sono. Ma la percezione dei cittadini è che le aree del parcheggio gratuito (su pagamento ticket) siano state ridotte. In alcune strade del Vomero poi la segnaletica stradale sembra nuova. Mentre per esempio in via Merliani, via Mario Fiore, sia San Gennaro ad Antignano sussistono i vecchi tabelloni, che in via Tasso appaiono deteriorati. “Se già pago 150 euro per l’esenzione”, protestano i cittadini, “perché dovrei pagare una seconda volta?”. Un ausiliario del traffico spiega: “La contravvenzione è di euro 18,20 all’ora se si paga entro i cinque giorni e diventa di 26 euro se si supera questo termine. Possiamo elevare un verbale per ogni ora di occupazione del suolo a sbafo” precisa il vigilino. E intanto s’accresce il business dei garage. Resta il fatto che secondo i principi generali del diritto pubblico se un’area demaniale viene data in concessione ce ne deve essere un’altra “adeguata” a disposizione gratuita di tutti. Ma a Napoli le strisce bianche, se ci sono, non si notano.

Vomero, ruba uno scooter in un garage: arrestato

Vomero, ruba uno scooter in un garage: arrestato

La notte scorsa gli agenti del Commissariati Vomero, su segnalazione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Adolfo Omodeo per la segnalazione di furto in un garage di un parco condominiale. I poliziotti hanno bloccato, mentre tentava di uscire dal cortile,...

Arenella, perquisizioni dei Carabinieri: arrestato 34enne

Arenella, perquisizioni dei Carabinieri: arrestato 34enne

A Napoli, nel quartiere Arenella, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia del Vomero hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un 34enne del posto già noto alle forze dell'ordine. I militari – nell’ambito dei servizi disposti dal comando...

I documenti della città dal 1387 saranno disponibili negli archivi

I documenti della città dal 1387 saranno disponibili negli archivi

I documenti della città di Napoli dal 1387 al 1990 sono in formato digitale. Sarà a breve disponibile on line l’archivio dei documenti della città di Napoli prodotti dal 1387 al 1990: un patrimonio di straordinario valore storico e culturale, custodito nell’Archivio...

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

Il presidente del sindacato Nursing up, Antonio De Palma: “Alveo autonomo di contrattazione e vera libera professione: il nostro futuro passa da qui. E vanno garantiti subito uno stipendio degno e l’indennità di specificità infermieristica” “Perché la nostra...

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Trieste, attraverso un'Associazione che raggruppa alcuni fra i più importanti gruppi imprenditoriali cittadini e del Nord-Est si prepara a lanciare una sfida europea sul tema della finanza sostenibile. I contenuti del progetto, che ha il sostegno di aziende ma anche...

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te