Al Tram debutta “Run Baby Run”: mille modi di sentirsi madre

da | Mar 21, 2019 | Vivere Napoli

“Run baby run”, “Corri, piccola, corri”: una madre che scappa per tenere con sé sua figlia, può essere accusata di rapimento? Le mille sfumature della maternità vanno in scena da oggi a domenica al Teatro Tram di via Port’Alba: il nuovo spettacolo, scritto e diretto da Mirko Di Martino e interpretato dalla eclettica Titti Nuzzolese, si chiama “Run baby run” e ha origine, come spunto, da un fatto di cronaca avvenuto pochi anni fa. Oggi da quella storia è nato un testo carico di suspense, la storia di una fuga che diventa maturazione: fuggire significa cercare la propria strada anche a costo di sbagliare.

Marta, la protagonista, è su un letto d’ospedale a prendersi cura della sua bambina appena nata: la allatta, la abbraccia, sapendo che quella potrebbe essere l’ultima volta. Marta non è una buona madre: per il Tribunale dei Minori, non è adatta a prendersi cura di sua figlia. La tossicodipendenza, i furti, la vita da sbandata, dimostrano che la piccola starà meglio senza di lei e sarà affidata a una casa di accoglienza. Ma per Marta, la bambina che tiene in braccio è soltanto sua e niente e nessuno potranno mai portargliela via. Marta fugge: inganna le infermiere, esce dall’ospedale con la bambina in braccio, si mette in macchina e scappa via. Abbandona Milano, dove ha vissuto da emarginata negli ultimi vent’anni, e viaggia verso Sud, verso il paesino sperduto che aveva abbandonato con la famiglia tanti anni per inseguire i suoi sogni.

Run baby runDi quei sogni, oggi, non resta più nulla: solo una bambina senza un padre, una bambina che è così bella e indifesa, così pura e innocente. Ma la Polizia è partita al suo inseguimento: non importa che la piccola sia sua figlia, si tratta comunque di rapimento. La strada per tornare a casa è lunga: centinaia di chilometri separano Marta dalla sua meta. Non le importa di essere in fuga, non le importa di essere una criminale: nessuno potrà toglierle sua figlia.

La maternità e i bambini sono, oggi più che mai, argomenti estremamente sensibili: le mamme e i bambini sono diventati, nel tempo, condizioni intoccabili, da salvaguardare a ogni costo, anche a rischio di finire ingabbiati in corto-circuiti da cui è difficile uscire. Lo spettacolo racconta una donna che scopre un po’ alla volta il significato della maternità: Marta, infatti, comprende cosa vuol dire essere madre non quando mette al mondo sua figlia, ma solo dopo che ha dovuto fare delle scelte per lei, per il suo futuro, confrontandosi con il suo passato. Perché ogni madre è anche una figlia. E Marta tornerà a casa.

da giovedì 21 a domenica 24 marzo 2019
ore 21.00 (dal giovedì al sabato); ore 18.00 (domenica)

Biglietto intero 12 euro; Ridotto (under 26 e web) 10 euro

Stock Days, il commercio riparte

Stock Days, il commercio riparte

Mancano pochi giorni all'originale iniziativa lanciata dall'azienda partenopea Stock Napoli e sarà l’Holiday Inn del centro commerciale Vulcano Buono a Nola ad ospitarne la prima edizione. L'evento si chiama Stock Days ed è in programma dall’1 al 3 luglio (da...

A Villa Di Donato torna la musica live

A Villa Di Donato torna la musica live

È il primo appuntamento di musica live dopo il lockdown ed è in calendario giovedì 18 a Villa di Donato, dimora Settecentesca che sorge nel cuore “popolare” del Borgo di Sant'Eframo a Napoli: qui non ci si è dati per vinti e il calendario della quarta Stagione di...

“Lumache”, i compromessi del successo al teatro Tram

“Lumache”, i compromessi del successo al teatro Tram

Uno spettacolo sul compromesso, che però al tempo stesso parla di lentezza (da cui il titolo). Debutta stasera al Teatro Tram di via Port'Alba "Lumache”, testo e regia di Pietro Juliano, in scena fino a domenica 23 febbraio. A portare sul palco le vicende di una...

Carnevale all’Edenlandia con la Baracca dei Buffoni

Carnevale all’Edenlandia con la Baracca dei Buffoni

Festeggiare Carnevale, sì, ma dove? All'Edenlandia, naturalmente. Il luogo deputato al divertimento di grandi e piccini si animerà sabato 22 febbraio (ingresso libero, con doppia replica alle ore 16 e alle ore 17) con la compagnia di artisti di strada Baracca dei...

Il canto d’amore per Napoli

Il canto d’amore per Napoli

In occasione della Festa degli Innamorati, Castel Sant’Elmo celebra la città di Napoli e lo fa con le antiche melodie d’amore in lingua napoletana. Protagonista dello speciale evento la poliedrica artista Ilva Primavera, dell’Associazione culturale “Primavera Arte”,...

La lotteria degli innamorati

La lotteria degli innamorati

L’associazione Culturale Noi per Napoli, in occasione della Festa degli Innamorati, oggi dalle ore 17, in piazza Trieste e Trento, vicino al Gambrinus, offre, attraverso una divertente estrazione, dei gustosi e simpatici premi, fino ad esaurimento scorte, per ”San...

Sabato all’Istituto di diagnosi e cura Hermitage presentazione  “Le porte del Parco”, volume sugli alcuni interventi di riqualificazione urbana ricadenti nel territorio dal Parco metropolitano delle Colline di Napoli.

Sabato all’Istituto di diagnosi e cura Hermitage presentazione “Le porte del Parco”, volume sugli alcuni interventi di riqualificazione urbana ricadenti nel territorio dal Parco metropolitano delle Colline di Napoli.

Sabato all’Istituto di diagnosi e cura Hermitage presentazione  “Le porte del Parco”, volume sugli alcuni interventi di riqualificazione urbana ricadenti nel territorio dal Parco metropolitano delle Colline di Napoli. Sabato alle 10, all’Istituto di diagnosi e...

I dieci sogni degli Scugnizzi a Vela”

I dieci sogni degli Scugnizzi a Vela”

I dieci sogni degli Scugnizzi a Vela” Premiazione dei ragazzi partecipanti al progetto dell’Associazione Life contro la devianza minorile alla presenza del presidente della Camera dei Deputati on. Roberto Fico Dieci borse premio per altrettanti progetti di vita...

“Lo sport arte della vita”

“Lo sport arte della vita”

“Lo sport arte della vita”: al Liceo Elsa Morante di Scampia il primo dei tre convegni Si è tenuto presso l’aula magna del Liceo “Elsa Morante” di Scampia di Napoli il convegno “Lo Sport Arte della Vita”, primo dei tre eventi volti alla “Promozione della curvatura...

‘O sole mio, scritta per una miss

‘O sole mio, scritta per una miss

È l’autore della canzone più celebre del mondo. E a cento anni dalla morte Napoli lo ricorda con una mattinata di canzoni e poesie. È appunto un secolo che è morto Giovanni Capurro, l’autore di ‘O sole mio e si intitola “Capurro 100” il tributo in suo onore stamattina...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te