Camorra: il caffè dopo la pizza

da | Mar 20, 2019 | Cronaca

Stese tra i vicoli, bombe per il racket delle pizzerie, le mani ben salde sulla sanità. E ora nel mirino finiscono anche i bar. La camorra alza il tiro. E lo fa con una raffica di colpi di pistola esplosi di notte ad altezza uomo contro due noti bar nel pieno centro di Napoli, in piazza Trieste e Trento. I proiettili hanno colpito le fioriere e distrutto un pannello di plexiglass che divide i due bar, che sono situati uno accanto all’altro. Si tratta del Caffè del Professore e del Monidee Cafè. Un proiettile ha perforato anche la saracinesca della gioielleria De Simone di via Toledo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura con la squadra Scientifica che ha recuperato alcuni bossoli a terra ed effettuato i rilievi necessari per ricostruire l’esatta dinamica della “stesa”.

Visibilmente scossi Genny Pelliccia e Antonio Visconti, i proprietari del Monidee Cafè. “Poteva essere una tragedia – dicono – . Solo cinque minuti prima c’erano dei clienti seduti ai tavolini. Quando hanno aperto il fuoco, poco più in là, era presente un gruppo di ragazzi. Solo per miracolo i proiettili non hanno colpito uno dei presenti. Intorno all’una e mezza – spiegano ancora Pelliccia e Visconti – è arrivato uno scooter con due persone a bordo che hanno aperto il fuoco in direzione del marciapiede. Il fatto è avvenuto appena è andata via la polizia. Probabilmente qualcuno li ha avvertiti, dando il via libera per il raid”. Per i proprietari del bar si tratta di un “vero e proprio tentato omicidio perché solo il caso ha voluto che non si consumasse la tragedia”. Secondo i due imprenditori, è necessaria l’istituzione di “un comitato composto dai commercianti che possa avanzare proposte per arginare i fenomeni criminali”. “Da soli possiamo poco – ammettono i proprietari del Monidee Cafè – ma unendoci avremo la possibilità di far sentire la nostra voce. Ci sentiamo abbandonati. Piazza Trieste e Trento oramai è il teatro delle azioni dimostrative della criminalità della zona. La polizia fa il possibile ma non riesce a presidiare al meglio il territorio”.

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

Il presidente del sindacato Nursing up, Antonio De Palma: “Alveo autonomo di contrattazione e vera libera professione: il nostro futuro passa da qui. E vanno garantiti subito uno stipendio degno e l’indennità di specificità infermieristica” “Perché la nostra...

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Trieste, attraverso un'Associazione che raggruppa alcuni fra i più importanti gruppi imprenditoriali cittadini e del Nord-Est si prepara a lanciare una sfida europea sul tema della finanza sostenibile. I contenuti del progetto, che ha il sostegno di aziende ma anche...

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

Nelle difficili condizioni della Pandemia Globale, la processione "Reggimento Immortale" in Italia è stata organizzata in un formato online. I coordinatori dei Reggimenti Immortali delle 16 città italiane di Roma, Milano, Napoli, Bari, Genova, Verona, Bologna, Udine,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te