Rai, “Vieni da me”- La Cucinotta parlando del Postino dimentica Procida: l’Isola protesta

da | Mar 15, 2019 | Cultura&Spettacolo

È costata cara a Maria Grazia Cucinotta la mancata menzione dell’Isola di Procida durante l’ospitata alla trasmissione di Rai1 “Vieni da me”, condotta da Caterina Balivo, mentre parlava di Massimo Troisi e del film “Il Postino”, pellicola che l’ha lanciata tra le stelle della cinematografia internazionale e che stando alle parole dell’attrice sembrerebbe girata interamente a Salina e non anche e soprattutto a Procida. Immediata la reazione di contrarietà del Comune dell’Isola e della direzione del Procida Film Festival.

“Non vogliano sottrarre alcun merito a Salina – commenta Francesco Borgogna, Presidente della famosa kermesse – ma la nostra isola vive nel ricordo di un momento, quello delle riprese del film, che ha coinvolto tutta la comunità isolana. A 25 anni di distanza, il ricordo di Troisi e di quei giorni è ancora molto vivo”.  Procida è conosciuta in tutto il mondo come l’Isola del Postino, inserita nel circuito internazionale del movie tourism che porta numerosi visitatori sulle location isolane del film.

cucinotta dimentica procida parlando del Postino

Alla Corricella, dove c’è la Locanda del Postino che la Cucinotta dovrebbe ben ricordare – prosegue Borgogna – abbiamo dedicato una piazza a Troisi, così come la strada che porta alla spiaggia di Pozzovecchio, oggi conosciuta dai turisti anche stranieri come la Spiaggia del Postino”. E infatti proprio della Corricella sono le immagini di sfondo con il protagonista del film di Michael Radford, durante l’intervista della Balivo alla Cucinotta.

Amareggiato anche Dino Ambrosino, Sindaco di Procida che sottolinea come il film abbia  reso nota Procida in tutto il mondo: “Massimo Troisi ha scelto l’isola –afferma – è giusto riconoscere questa grande intuizione di cui dobbiamo essere sempre riconoscenti”.

“Comprendo che la Cucinotta, siciliana, abbia voluto promuovere la propria terra – dichiara  Francesco Bellofatto, Direttore Artistico del Procida Film Festival – ma a ognuno va dato il proprio merito. Dal canto nostro, il Festival, che ha assunto una dimensione internazionale nell’ambito delle rassegne sulla cinematografia e la documentaristica dedicata al mare, quest’anno sarà all’insegna del ricordo dei 25 anni del Postino, con un grande evento che riporterà sull’isola i principali protagonisti del film. Speriamo – conclude – che Maria Grazia Cucinotta voglia condividere, in questa occasione, anche con Procida il ricordo di Massimo Troisi”.

 

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

“Il  mio incontro col male”

“Il mio incontro col male”

Parlano i sacerdoti esorcisti. Squarci su un mondo misterioso Uno degli inganni del Maligno sarebbe quello di far credere che non esiste. Secondo altri Satana sarebbe una proiezione della mente per deresponsabilizzarci rispetto a comportamenti inaccettabili (la lotta...

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

De Maio e Lupoli tra belcanto e solidarietà

ll soprano e il tenore dell’associazione Noi per Napoli impegnati in numerosi progetti artistici e sociali L’associazione Culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti, direttori artistici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli (nella foto),...

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

Un vademecum sulla pandemia. Emergenza o convivenza?

“Pandemia e Pandemie da salto di specie, emergenza o convivenza?”: in distribuzione il prezioso e quanto mai attuale e utile volume instant-book di Academ editore, con le risposte alle tante e complesse domande sull’emergenza sanitaria in corso e le gravi implicazioni...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te