multe ai locali della movida partenopea
Tempo di lettura: 2 minuti

Raffica di multe ai locali della movida partenopea dal Centro a Fuorigrotta a Posillipo. Il quartiere Chiaia, in particolare, è stato sottoposto ad attente verifiche dalla Polizia Municipale nel corso di una vasta operazione di controllo e di lotta all’abusivismo commerciale e diversi sono stati gli esercenti multati per assenza di autorizzazioni. In piazzetta Sant’Anna di Palazzo ai Quartieri Spagnoli gli agenti hanno sanzionato il titolare di una pizzeria per l’apposizione sul suolo pubblico di teli verticali in pvc ed arredi non previsti dall’autorizzazione di occupazione di suolo. In via Gradoni di Chiaia su sei attività ispezionate due sono state multate per occupazione di suolo pubblico difforme dalla concessione: un ristorante e un bar avevano infatti posizionato su un’area pubblica pedane amovibili e altre attrezzature dei loro esercizi. Nel corso dell’operazione di controllo gli agenti hanno inoltre elevato un verbale al titolare di un esercizio commerciale di preparazione e vendita di cibo da asporto sorpreso in attività, pur sprovvisto della necessaria autorizzazione. Sanzionata, ancora per assenza di autorizzazioni, anche una sala scommesse, segnalata anche agli uffici competenti per gli ulteriori provvedimenti previsti dal Regolamento Comunale. Controllata a tappeto anche l’area del Lungomare e di Santa Lucia: 18 tra bar e ristoranti le attività ispezionate e 5 le multate ancora per occupazioni abusive di suolo pubblico e per il mancato pagamento dei canoni Cosap. Non solo. Ancora in zona Santa Lucia gli agenti hanno denunciato il titolare di un ristorante perché faceva uso non autorizzato dei locali seminterrati della sua attività in totale inosservanza quindi delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e l’hanno anche multato per una tenda non autorizzata e perché sprovvisto del titolo necessario alla diffusione di musica. Sanzionato per lo stesso motivo anche un bar di recente apertura in via Filangieri. Multe per sosta irregolare in via Carducci, via Chiatamone, Mergellina e dintorni dove sono stati ben 183 i verbali elevati e 8 i parcheggiatori abusivi multati con immediato ordine di allontanamento. Sanzionati poi numerosi esercizi a Posillipo ed in via Petrarca per improprio conferimento dei rifiuti: al titolare di una ditta edile è stato elevato un verbale di 500 euro per l’illecito di abbandono su suolo pubblico di rifiuti provenienti da lavori di ristrutturazione nella zona. Nella stessa via multati due venditori ambulanti di generi alimentari perché abusivi. Gli agenti hanno inoltre sequestrato e distrutto la merce in loro possesso i perché esposta agli agenti inquinanti atmosferici e quindi non più sicura per i consumatori. A seguito di altri controlli congiunti con gli ispettori dell’Asia sono stati poi intercettati in via Riviera di Chiaia, via Santa Lucia, via Orsini e via Cervantes diverse esercizi commerciali che conferivano i rifiuti in maniera errata: per 12 di essi è scattata la sanzione massima prevista dall’Ordinanza Sindacale di € 500. Sempre in materia ambientale da verifiche in via Cavallerizza è stato possibile identificare e sanzionare il titolare di un negozio di prodotti caseari perché posizionava sul suolo pubblico i contenitori della differenziata in orari differenti dalla normativa di riferimento. Ispezioni anche a Fuorigrotta e Bagnoli. Multati in viale Kennedy i titolari di due locali adibiti alla somministrazione di alimenti e bevande perché mancanti della certificazione di impatto acustico e per irregolarità nel conferimento dei rifiuti. Occupazione di suolo pubblico senza concessione e assenza di autorizzazione amministrativa e sanitaria anche nel caso di un pub in via Tanzillo. A Coroglio invece è stato elevato un verbale al titolare di un bar per la mancata esposizione del listino prezzi. L’ammontare complessivo delle multe comminate durante la vasta operazione di controllo è stato di 15.000 euro, non comprensivi dei canoni che dovranno essere versati alla Cosap per l’occupazione abusiva di suolo pubblico.