Vomero, Enzo Perrotta: “Il Comune dica stop all’invasione di bar e pizzetterie”

da | Feb 9, 2019 | Cronaca

“Il Vomero e il Centro storico di Napoli stanno diventando una gigantesca rivendita di grassi e zuccheri a discapito dei negozi storici e degli artigiani e il Comune deve dire stop a questa invasione”. È quanto dichiara all’Adnkronos il Presidente del Centro Commerciale Vomero, Enzo Perrotta, che punta il dito contro l’invasione di bar e pizzetterie soprattutto nella zona collinare di Napoli.
“Mi domando come sia possibile che in città – dice Perrotta – ed in particolare al Vomero, si aprano così tanti esercizi commerciali dediti alla somministrazione di caffè e prodotti alimentari come pizzette e cornetti senza che nessuno intervenga. Né il Comune di Napoli né le forze dell’ordine muovono un dito di fronte a questa situazione. Eppure il sindaco Luigi de Magistris, che abita proprio al Vomero, è un ex magistrato e conosce bene la questione. Per aprire un bar o una pizzetteria – prosegue Perrotta – ci vogliono dai 50 mila ai 100 mila euro e siccome ce ne sono tanti ormai, molte di queste attività sono semivuote. Hanno pochi clienti eppure ogni mese i loro titolari sono in grado di pagare 3, 4 e anche 5 mila euro di affitto per i locali. Dove trovano questi soldi? Noi abbiamo il sospetto che dietro questa invasione di bar e pizzetterie ci sia un’autostrada per il riciclaggio di denaro sporco. Ma – dice Perrotta – nessuno fa niente per contrastare questa situazione, nonostante poi, come accaduto di recente, quando le forze dell’ordine effettuano sequestro di centianaia di milioni di euro ai clan camorristici, scoprono che questi hanno in mano centinaia di negozi in città”.

La soluzione al problema, secondo Perrotta, esiste ed è nelle mani di Palazzo San Giacomo. “Il Comune non può fingere di non vedere – dichiara il presidente del Centro commerciale Vomero-Arenella – e deve imporre la scelta delle tipologie di esercizi commerciali almeno in alcune zone della città. Il Comune può e deve fare uno screening dei bar aperti e fare una valutazione da zona a zona domandandosi perché si aprono tutti questi bar al Centro storico e al Vomero. Quindi, dopo questa analisi dettagliata  bisogna imporre delle regole come accaduto in altre città, per esempio a Firenze, dove il sindaco due anni fa si oppose all’apertura del McDonald’s vicino al Duomo. L’obiettivo da perseguire è quello di conservare intatta l’identità e la tradizione commerciale della città”.

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Napoli, piazza Leonardo libera dal cantiere

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni segue le vicende del cantiere installato in piazza Leonardo, dopo le numerose proteste e battaglie condotte con i residenti, può dare la bella notizia: finalmente le transenne sono scomparse e il...

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Vomero, controlli e sanzioni nelle zone della movida

Lo scorso fine settimana gli agenti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e gli agenti della Polizia Metropolitana, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te