È stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale un 38enne del Rione Traiano. L’uomo sarebbe già noto alle forze dell’ordine.

Intervenuti d’urgenza in un bar a via Candelora, dopo una richiesta d’aiuto al 112, i Carabinieri di Napoli centro, hanno potuto appurare che, appena prima, un uomo, avvicinando una ragazza con il pretesto di avere una cartina e non ottenendola poiché la giovane non l’aveva, aveva iniziato a molestarla e quindi a palpeggiarla. La ragazza,  fuggita in direzione di un locale per trovare riparo dall’aggressore, veniva raggiunta da questi che intanto le strappava di mano il cellulare per buttarlo lontano. La giovane riusciva però a entrare nel bar e chiudersi dentro. IL 38enne avrebbe quindi provato a sfondare la porta ma non riuscendovi si sarebbe allontanato verso largo Banchi Nuovi dove poi sarebbe stato individuato dai militari dell’arma.

Mentre tentavano di bloccarlo però l’uomo avrebbe tentato di aggredirli lanciando prima bottiglie di vetro con il collo rotto prese da un cassonetto, poi un vaso dell’arredo urbano e poi con calci e pugni a danno di un Carabiniere che ora riporta escoriazioni e contusioni guaribili in 15 giorni.

L’uomo è stato arrestato è ora a Poggioreale.