In coppia: “All’inizio eri diverso”. I segreti per ri-conoscersi e amarsi

da | Feb 6, 2019 | Psicologia

L’esperto. Reciprocità e fiducia sono gli ingredienti fondamentali per trasformare l’innamoramento iniziale in una relazione solida

La coppia non è la semplice somma di due individui, 1+1. (In generale quando si entra nel mondo della relazione l’addizione non è un buon criterio descrittivo). Ogni coppia è un sistema fatto di due individualità che portano con sé il proprio “bagaglio” personale e familiare; due storie che si incontrano e attraverso il dialogo, provano (sfida faticosa) a trovare un punto in cui incontrarsi senza provare a vincere sull’altro. Agli albori, nella fase di innamoramento, la coppia si nutre di passione e illusione. Si ignorano le differenze reciproche e ciascuno coglie nel partner gli aspetti che confermano la possibilità di realizzare i propri bisogni e desideri. Superata questa fase – fondamentale per porre le basi della fiducia reciproca – ciascun partner realizza che vi sono parti differenti nell’altro e si ridimensionano le aspettative inizialmente idealizzate. La coppia entra in una fase di trasformazione, in cui potrebbero prevalere incomprensioni e aspetti problematici: custodendo in modo rigido l’idea idealizzata del partner e accusandolo di essere cambiato, non si potrà creare lo spazio condiviso per la trasformazione della coppia. È proprio in questo momento che mantenere aperta la comunicazione diventa importante. Chiudersi in se stessi o vedere l’altro come un nemico o un estraneo alimenta solo atteggiamenti non costruttivi: critiche, svalutazione, boicottaggio (per esempio non affrontando un chiarimento e chiudendosi in un ostinato silenzio), ma anche gelosia immotivata e atteggiamenti eccessivamente richiedenti.

La comunicazione è quindi il problema (quando non funziona) e insieme la soluzione. Ma affinché funzioni è necessario come primo step abbandonare pensieri tossici sull’altro o l’idea preconcetta che non possa capirci o almeno provarci. La psicologia di coppia spesso incoraggia le abilità relazionali insegnando l’ascolto riflessivo, tendenzialmente praticato ripetendo ciò che il proprio partner sta dicendo, in modo da assicurarsi di aver capito correttamente. Al tempo stesso è fondamentale porre attenzione ai propri pensieri tossici che, in maniera silente, divengono ingombranti nella relazione, ad esempio:
– i “dovresti”, ossia credere che il partner debba incontrare uno o più dei nostri bisogni, semplicemente ritenendo che lui/lei debba conoscerli. (“Dovresti sapere quanto sono confusa per questa scelta lavorativa, anche se dico a tutti che è una grande opportunità”).
– I marchi, ossia etichettare ingiustamente e negativamente il proprio partner e perdere di vista completamente le sue qualità positive. (“Sei sempre così pigro!”).
– Il match della colpa: biasimare ingiustamente e negativamente il partner per i problemi relazionali, o per problemi più importanti. (“Detesto tutto solo per colpa tua”).
– La fantasia iperattiva: giungere a conclusioni negative sul partner che non si basano sui dati reali. (“È così teso ultimamente, deve avere un’altra relazione”).
– Condannarsi alla disillusione: quando ci si focalizza unicamente sulle aspettative idealizzate, radicate nel passato. (“Tutto ciò che fa ormai è preoccuparsi del suo lavoro. È come tutti gli altri ragazzi che non si sono mai curati minimamente dei miei bisogni”).

Dunque è importante diventare consapevoli non solo della presenza bensì del grado in cui noi distorciamo, esageriamo e ci focalizziamo su questi pensieri che consumano la gioia della nostra relazione di coppia. Essere in grado di trovare le qualità e i comportamenti positivi del nostro partner è la chiave per superare questi pensieri tossici. Le coppie felici e soddisfatte hanno un modo migliore, più realistico e più salutare di pensare l’uno dell’altro. È questo modo di pensare che rende in grado di accrescere la comunicazione nella relazione, risolvere i problemi e accrescere il romanticismo. È dunque tempo di Ri-Conoscersi – conoscersi nuovamente – in maniera più matura, avendo ben presente le differenze ed i bisogni reciproci. Dalla ricchezza di queste diversità è possibile costruire un Noi basato sulla reciprocità e sulla fiducia. È qui che l’innamoramento si trasforma in amore. Le differenze con l’altro sono inevitabili, possono diventare una ricchezza o essere vissute come limite: dipende dalla capacità di ciascuno di accogliere ciò che è diverso da quanto abitualmente appreso e custodito nel proprio bagaglio.

E ora Adl metta mano al portafoglio

E ora Adl metta mano al portafoglio

Il Napoli, a dispetto di quanto sostiene Spalletti, presenta gravi lacune di organico in difesa Il Napoli negli anni scorsi (gestione De Laurentiis) per ben quattro volte si è piazzato al secondo posto e due volte ha conquistato il titolo di campione d’inverno. In...

È un’Italia da rifondare

È un’Italia da rifondare

La delusione per la mancata qualificazione fa rivivere periodi bui come l’esclusione ai Mondiali russi Lettori manzoniani, tifosi di calcio potrebbero chiedersi: “Fu vera gloria?”. Sembra passato un secolo dall’Europeo vinto a luglio. E la sentenza, purtroppo, non...

A Bacoli l’Università sul mare

A Bacoli l’Università sul mare

Sul litorale Flegreo una sede dell’ateneo Federico II. Il sindaco: “Che spettacolo” Sembra un sogno, ma è già quasi realtà. Sul litorale flegreo, a Bacoli, l’Università avrà la spiaggia libera e anche la discesa a mare. Studenti e perché no, anche professori e...

Femminicidio, serve una legge

Femminicidio, serve una legge

Appello del padre di Ornella Pinto al Capo dello Stato: “Norme specifiche ed efficaci” Nella notte tra il 12 e il 13 marzo una professoressa di 39 anni, Ornella Pinto, fu massacrata a coltellate nel sonno dall’ex compagno Pinotto Iacopino, 43 anni, mentre il loro...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Così parlo Manfredi

Così parlo Manfredi

Debito di 3 miliardi: per il sindaco la salvezza di Napoli passa per “un mix di interventi per la città” La fiducia nel Governo e la convinzione di riuscire a rilanciare la città con “un pacchetto di norme”. Gaetano Manfredi, neo sindaco di Napoli, sa che per...

Campania, allerta meteo dalle 20

Campania, allerta meteo dalle 20

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 20 di stasera, lunedì 15 novembre, fino alle 12 di domani, martedì 16 novembre, su tutta la Campania. Si prevedono precipitazioni sparse, anche a...

Mercato, ruba ponteggi da un cantiere: denunciato

Mercato, ruba ponteggi da un cantiere: denunciato

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti nei pressi di un cantiere edile in via Renovella, per la segnalazione di una persona che stava asportando...

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Torna l’allarme Covid in casa Napoli. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, dopo il consueto giro di tamponi della giornata di ieri,  Diego Demme sarebbe risultato positivo e attualmente asintomatico. Il centrocampista tedesco è già in isolamento...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Così Vito Nocera ricorda Francesco Ruotolo

Così Vito Nocera ricorda Francesco Ruotolo

Ecco una poesia in ricordo di Francesco Ruotolo scritta il 15 novembre 2020 da Vito Nocera, uno dei maggiori esponenti della sinistra napoletana, fra i fondatori di Democrazia Proletaria (1977) e Rifondazione Comunista (1991). FRANCESCO RUOTOLO È MORTO Forse era...

Quarto, nascondeva armi e munizioni nel divano: arrestato

Quarto, nascondeva armi e munizioni nel divano: arrestato

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato un 39enne di Quarto già noto alle forze dell'ordine, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te