Napoli: è stato veramente un incidente di percorso e ritorna il bel calcio

da | Feb 2, 2019 | Calcio Napoli

Aveva ragione Carlo Ancelotti, quando pochi giorni fa, dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, aveva dichiarato che era solo un incidente di percorso. Infatti il Napoli di oggi ha fatto rivedere il suo vero valore, contro un avversario non di poco conto. La gara inizia con un Napoli molto attento nel far girare la palla con velocità e precisione, rendendosi pericoloso in molte occasioni fin quando con un triangolo in ampiezza, si riesce ad arrivare al gol di Milik. Bellissimo è infatti, il lancio di Capitan Hamsik di oltre 40 metri che aziona in modo perfetto Callejon che vede lo scatto di Arek che prende il tempo sulla difesa doriana e lo serve con un millimetrico passaggio, facendogli arrivare un pallone da spingere solo in rete. Palla al centro e mentre tutti si aspettano un’immediata reazione della Sampdoria, il Napoli raddoppia dopo pochi secondi, è ancora Callejon che offre ad Insigne la palla giusta in area avversaria che tarantella, con un diagonale anticipa l’intervento del difensore Colley prima e Audero poi.

Raddoppio Napoli che da quel momento con il giro palla e tanta attenzione, controlla la partita portando il doppio vantaggio all’intervallo. Nel secondo tempo, inevitabilmente è la Sampdoria a tentare qualcosa in più rispetto al Napoli che si limita a controllare gli uomini di Gianpaolo senza correre grossi rischi, nemmeno l’inserimento di Saponara, Gabbiadini e Vieira, permettono alla Sampdoria e a Quagliarella di trovare quel gol che avrebbe fatto entrare nella storia della serie A l’attaccante stabiese. La gara poi viene chiusa definitivamente con un rigore trasformato da Simone Verdi, subentrato a Lorenzo Insigne. Di spicco le prestazioni di Zielinski, Mario Rui, lo stesso Insigne, Koulibaly e il capitano Hamsik, ma oggi tutta la squadra ha voluto cancellare le brutte prestazioni di Milano ritornando compatti, veloci nel gioco e con molta precisione nei passaggi,  quella che basta sotto porta.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te