Libero, l’attacco agli ultrà partenopei a San Siro: “Ai napoletani è concesso”

da | Feb 1, 2019 | Calcio Napoli

Cori contro il tifoso ucciso. Ai napoletani è concesso”. Titola così Libero, il giornale, diretto da Vittorio Feltri oggi in edicola, attaccando pesantemente gli ultrà partenopei recatisi a San Siro per la partita di campionato. Secondo quanto riportato dal giornale i tifosi del Napoli allo stadio avrebbero intonato un coro contro Daniele Belardinelli, il tifoso interista morto a dicembre: “A Milano uno di meno” l’urlo partito dagli spalti, a suo dire. Non solo. Sarebbe stata lanciata anche una secchiata di piscio in testa a un tifoso milanista. Il coro però non sarebbe stato udito da nessuno o comunque solo da pochi, sostiene il giornalista, “solo da chi si recava verso la curva Nord”, contrariamente alla canzonetta intonata dai rossoneri contro i napoletani “senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani” (per il quale il Milan è stato poi multato dal giudice sportivo, ndr) definita nell’articolo un insulto banale, da “Zecchino d’oro”.

La critica allora è alle nuove norme imposte dalla Figc, che prevedono l’interruzione degli incontri al secondo urlo razzista proveniente dagli spalti, regolamento definito “una buffonata” dal giornalista di Libero che, sempre in riferimento al presunto coro razzista dei partenopei, scrive: “Come si applicherà la nuova norma della Federazione? Gli insulti ai rivali dovranno raggiungere un certo numero di decibel per essere uditi dall’arbitro? E in quale caso una canzonetta verrà ritenuta effettivamente “razzista” o di carattere  “discriminatorio”? Istituiremo una giuria?” e propone infine addirittura un suggerimento per la selezione dei giudici della Figc: “L’anno scorso in Valle Sabbia, provincia di Brescia, si è tenuta la prima “rassegna internazionale” dei cori da osteria: suggeriamo di reclutare i giudici tra i partecipanti, è gente che ha una certa competenza, potrebbe tornare utile”.

 

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te