Sueño bendito, primo ciak per la serie tv su Maradona. Si girerà anche a Napoli

da | Gen 29, 2019 | Cultura&Spettacolo

Si chiamerà Sueño bendito, la miniserie sulla vita di Maradona, co-prodotta da Amazon e BTF Media, un racconto biografico del campione e dell’uomo esplorato anche nei suoi aspetti meno noti, come dichiarato Brad Beale, il vicepresidente dei contenuti per il mondo di Amazon Prime Video alla presentazione alla stampa. Da ieri sono inziate le riprese dal quartiere Villa Devoto a Buenos Aires ma la troupe si sposterà anche a Barcellona, a Siviglia, in Messico e anche a Napoli per girare le scene previste. A dare il volto al protagonista nelle diverse età tre attori argentini: Nicolás Goldshmidt, Nazareno Casero e Juan Palomino.

Claudia Villafañe, moglie del calciatore negli anni dal 1989 al 2000, sarà invece interpretata dalle attrici Julieta Cardinalli e Laura Esquivel. Pepe Monje e Claudio Rissi gli attori che vestiranno il ruolo di Don Diego, il papà di Maradona. Mentre Mercedes Mora’n e Rita Cortese interpreteranno la mamma, Dona Tota.

Presenti nella serie anche importanti personalità del mondo del calcio: Marcelo Mazzarello che vestirà i panni del ct dell’Argentina dell’86′ e  del 90′ Carlos Bulardo, Dario Grandinetti che interpreterà César Menotti e Nicolàs Furtado che sarà invece Daniel Passarella.

Giunte già le prime critiche al progetto. Mentre Maradona ha dato il suo benestare, Claudia Villafañe, l’ex moglie, ha affermato: “Lavorano per partito preso: tutto ciò che può vendere, che è morboso, e simili. Ma se il racconto non descrive quello che io ho dovuto passare, racconterò la mia versione dei fatti”.

Sueño bendito sarà trasmessa in streaming e dalla tv messicana RTF.

 

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

Il Gran Concerto di Capodanno

Il Gran Concerto di Capodanno

Musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi al Teatro delle Palme Il Gran Concerto di Capodanno: tra musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in allegria e spensieratezza. Il primo gennaio 2022, alle ore...

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te