Ancelotti: “Allan domani non ci sarà ma resta qui. Se prolungherò il mio contratto? Io sto bene e credo anche il Napoli con me”

da | Gen 25, 2019 | Calcio Napoli

Domani sera a San Siro il Napoli affronterà il Milan di Gattuso per la seconda giornata di ritorno del Campionato di Serie A. Mattinata di Conferenza Stampa pre partita per Carlo Ancelotti che ha dichiarato: “Allan domani non sarà tra i convocati per domani perché la sua settimana è stata travagliata, s’è allenato poco e preferiamo tenerlo qui per allenarsi in vista della gara di martedì. Resterà al Napoli. È un giocatore importante per noi, lo è sempre stato e lo sarà ancora di più. Non c’è invece Rog tra i convocati, ma lì il discorso è diverso, ha preso un colpo ma la sua posizione è ancora incerta perché può andare via in prestito, ma alle condizioni del Napoli, non di altri”.

Sul clima a Milano domani rispetto agli eventi dello scorso dicembre ha aggiunto poi:  “Quanto accaduto il 26 dicembre sono certo che non accadrà. Domani per me sarà una doppia emozione: ci sarà il piacere di tornare in uno stadio dove abbiamo vissuto tante emozioni, anche se non vorrei mai giocare contro il Milan per una questione di livello affettivo legata a Gattuso, uno dei giocatori chiave di quel periodo”.

Sul mercato: “Il club è attento al calcio internazionale, e Fornals è uno dei tanti che seguiamo, non l’unico. Come Lozano, Hirving… fa parte di una lista di giocatori giovani che seguiamo”.

E sulla forza dell’organico: “Voi non mi credevate, mi prendevate in giro. La rosa è di qualità, abbiamo fatto anche grandi partite con Liverpool, PSG, tante all’inizio. Per domani mi aspetto di giocar bene, ma i segnali di maturità li abbiamo già dati anche dopo la gara con la Juventus, crescendo molto”.

Sul possibile prolungamento del suo contratto: “Quando ci siamo incontrati ho chiesto di mantenere la rosa, è stato fatto. Non metto pressione al presidente. Del contratto non abbiamo mai parlato, ho tre anni, sono passati appena sei mesi. Facciamo passare almeno un anno e mezzo e poi vediamo. Non credo ci siano sirene intorno a me o al club, io sto molto bene e credo anche il Napoli con me (ride, ndr)”

Interrogato infine su quale giocatore preferirebbe avere al suo fianco tra Hamsik, Fabian e Allan se dovesse scendere in campo da calciatore ha risposto: “Vicino a me c’è bisogno uno che possa correre tanto, io usavo la testa. Ancelotti-Allan? La coppia perfetta”.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te