In ospedale: “È solo mal di pancia”. E poi muore. Cartella sequestrata: la famiglia chiede giustizia

da | Gen 21, 2019 | Cronaca | 0 commenti

“È assurdo morire per risparmiare un esame diagnostico, chiediamo giustizia e più coscienza negli ospedali”. Così l’avvocato Angelo Pisani, all’indomani della tragedia che ha colpito la famiglia di Anna Siena, la trentacinquenne deceduta lo scorso 18 gennaio all’Ospedale dei Pellegrini dopo un ricovero d’urgenza. Secondo quanto si apprende da Il Mattino, che ha raccontato la vicenda, la giovane si era recata nello stesso ospedale solo pochi giorni prima, lamentando forti dolori addominali. La donna era stata però subito dimessa con la prescrizione di una terapia a base di farmaci antidolorifici e con la sola raccomandazione di eseguire successivamente un’ecografia addominale volta ad accertare la natura del malessere. L’attesa si è però rivelata fatale e Anna Siena è morta, stando a quanto dichiarato dai medici, per un arresto cardiocircolatorio.

I genitori però hanno subito sporto denuncia e hanno affidato l’incarico agli avvocati Angelo e Sergio Pisani per la tutela dei propri diritti. I legali hanno quindi nominato un medico legale, la cartella clinica della paziente è stata sequestrata e ora sono certi che l’autopsia potrà indicare le cause di questa inspiegabile tragedia che, già dal racconto della madre, pone dubbi sulla cura e sulla corretta gestione della paziente all’interno dell’ospedale. “Non mi capacito di come sia possibile – spiega Pisani – che nel 2019 un paziente esca da un pronto soccorso per dolori lancinanti a stomaco e schiena senza essere sottoposto a tutti controlli del caso, quando a volte anche una semplice radiografia può salvare la vita. Nei quattro giorni trascorsi questa giovane poteva essere salvata, ora invece nulla potrà mai restituirla ai suoi familiari e al suo promesso sposo”. La donna avrebbe dovuto sposarsi il prossimo settembre. “Speriamo che oltre alla Magistratura anche il Ministro della Sanità si attivi per fare chiarezza su quanto avvenuto. Chiediamo l’invio di ispettori e un’azione concreta per restituire la dignità che meritano tutti i pazienti. Oramai non c’è dubbio: la Sanità campana ha bisogno di interventi reali. Basta con le passerelle politiche!”, conclude Pisani.

San Giovanni a Teduccio, inaugurato un nuovo hub vaccinale

San Giovanni a Teduccio, inaugurato un nuovo hub vaccinale

La campagna vaccinale per la fascia di età 5 – 11 anni continua presso gli Istituti Comprensivi della Città di Napoli. Ieri, alla presenza del Vicesindaco con delega all’istruzione Maria Filippone, della Preside Teresa Sasso e dei Docenti delll’Istituto Sarria – Monti...

Trenitalia, arriva in Campania il il Frecciargento duplex

Trenitalia, arriva in Campania il il Frecciargento duplex

Arriva in Campania il Frecciargento duplex: due Frecciargento accoppiati in un unico treno, per un totale di 14 carrozze e circa 700 posti offerti a bordo. Si tratta di una prima assoluta per i Frecciargento: la composizione doppia di fatto moltiplica l’offerta di...

Caivano, accoltellamento nell’autolavaggio: arrestato 29enne

Caivano, accoltellamento nell’autolavaggio: arrestato 29enne

A Caivano i Carabinieri della locale tenenza insieme ai militari della sezione operativa della compagnia di Casoria hanno arrestato per tentato omicidio un 29enne incensurato del posto. Ieri pomeriggio un 53enne di origine pakistana è giunto presso l’ospedale di...

Anm, più del 25% di autisti assenti per Covid: corse ridotte

Anm, più del 25% di autisti assenti per Covid: corse ridotte

“La situazione emergenziale conseguenza della quarta ondata della pandemia di Covid in atto sta condizionando pesantemente anche il servizio di trasporto di superficie, a causa dell’incremento vertiginoso degli eventi di malattia tra gli autisti in gran parte...

Napoli, vendeva mascherine di provenienza ignota: sanzionato

Napoli, vendeva mascherine di provenienza ignota: sanzionato

Gli agenti del Reparto di Polizia Investigativa Centrale della  Polizia Locale di Napoli durante l'attività di controllo del territorio per la  prevenzione,  hanno sorpreso un soggetto della provincia di Salerno che in via Galileo Ferraris stava vendendo circa  4000...

Addio a Hugo Maradona, fratello di Diego: aveva 52 anni

Addio a Hugo Maradona, fratello di Diego: aveva 52 anni

È deceduto questa mattina, a poco più di un anno dalla morte di Diego Armando Maradona, avvenuta il 25 novembre 2020 a Tigre, in Argentina, anche Hugo Maradona, suo fratello. Il decesso è avvenuto per un arresto cardiaco Hugo Maradona, 52 anni, è deceduto nella sua...

Natale all’Edenlandia con Babbo Natale e i suoi aiutanti

Natale all’Edenlandia con Babbo Natale e i suoi aiutanti

Oggi, domani, il 25 e 26 dicembre,  il grande parco cittadino resterà aperto con ingresso gratuito, per un divertimento senza prezzo. Babbo Natale con i suoi aiutanti, aspetta ancora i più piccoli nella sua casetta, per la consegna della letterina e per poter scattare...

Murale di Siani, avviati i lavori. Sarà ridisegnato

Murale di Siani, avviati i lavori. Sarà ridisegnato

Sono cominciati i lavori di recupero del murale dedicato a Giancarlo Siani che si trova in via Romaniello, la strada alle spalle di piazza Leonardo al Vomero dove il giornalista del Mattino fu ucciso nel 1985. Il murale fu inaugurato nel 2016, ma in tutti questi anni...

Per un tubo rotto, 32 aule chiuse

Per un tubo rotto, 32 aule chiuse

Ancora disagi per alunni (e genitori) dopo l’allagamento al liceo Sannazaro Continuano i disagi per gli studenti (e famiglie) del prestigioso Liceo Sannazaro di via Puccini, al Vomero, dopo la rottura di una conduttura idrica del secondo piano avvenuta presumibilmente...

Il diritto al Natale dei figli di separati

Il diritto al Natale dei figli di separati

di Cinzia Rosaria Baldi * I genitori dovrebbero mettere da parte i loro problemi e regalare feste serene alla prole Il Natale è il periodo più atteso dell’anno, luci, addobbi colorati, la corsa ai regali trasmettono allegria, ma anche emozioni diverse. In particolare...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te