Napoli, “Il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione”: l’incontro-dibattito per dire “no” alla violenza

da | Gen 19, 2019 | Vivere Napoli | 0 commenti

“Contro la violenza: il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione”. Sarà questo il tema del dibattito in programma mercoledì 23 gennaio alle ore 17:30 presso il Caffè e Bistrot Letterario ‘Il tempo del vino e delle rose’ in piazza Dante a Napoli. L’evento sarà trasmesso live, dalle ore 18, sulla pagina Facebook di Radio No Frontiere nel corso di ‘Speciale Sottoporta show’. L’iniziativa è promossa da Radio No Frontiere con la collaborazione del giornalista Paolo Trapani. In conduzione oltre a Federico Mancini, direttore artistico Radio No Frontiere, ci saranno Ciro Gaipa e Maria Villani.

Il programma “Contro la violenza: il calcio come momento di pace, solidarietà e aggregazione” sarà diviso in due parti. Nella prima saranno ospiti: Ferruccio Fiorito, avvocato e giornalista, Gennaro De Crescenzo, presidente Associazione ‘Neoborbonica’, Paolo Trapani, autore del libro ‘Napoli la Città del Calcio’. Nella seconda parte oltre a Paolo Trapani, saranno presenti Alfonso Longobardi, consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Bilancio, e  Antonella Leardi, Presidente Associazione ‘Ciro Vive’. Proprio l’Associazione ‘Ciro Vive’ guidata da Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito, da quattro anni è divenuta a Napoli un punto di riferimento sul tema del “No” alla violenza legata al calcio ed alle manifestazioni sportive. Dopo la tragedia del giugno 2014, quando il giovane tifoso azzurro morì in ospedale dopo 40 giorni di agonia, la Signora Leardi diede vita all’Associazione che svolge quotidiane attività di solidarietà, integrazione, volontariato ed aggregazione. Tutte nel segno della condivisione sociale e del “No” alla violenza.

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Ancora un giovedì sera da sold out a Le Stanze a Capo Posillipo per una serata che sa abbinare al meglio grande musica e cibo. Due i protagonisti della serata: il Trio Balzano che ha allietato i presenti con la sua grande musica; e lo spaghetto al pesto di pomodori...

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

I giovedì sera di grande musica de Le Stanze di Giuliano Napoliello a Capo Posillipo proseguono con sempre maggiore successo. L’abbinamento musica e grande cucina funziona alla grande come dimostra l’ennesimo esaurito di ieri sera. Stavolta ad accompagnare i piatti...

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

Sabato 6 novembre con Sara Scarabino e Dj Pen in console e le spettacolari scenografie ispirate ai primi del Novecento e al Pop Surrealismo firmate da Daniele Ragosta e Davide Favetta Si scrive “Hop”, si legge party esclusivo e decisamente “sopra le righe”, che...

Al parco San Laise il festival del jazz

Al parco San Laise il festival del jazz

Al Parco San Laise (ex Base Nato di Bagnoli) si tiene, 13-14 e 15 settembre 2021, la terza edizione del SAN LAISE JAZZ. Anche quest’anno, grazie a Fondazione Campania Welfare che, con il sostegno dell’Assessorato all’istruzione e alle Politiche Sociali della Regione...

Stock Days, il commercio riparte

Stock Days, il commercio riparte

Mancano pochi giorni all'originale iniziativa lanciata dall'azienda partenopea Stock Napoli e sarà l’Holiday Inn del centro commerciale Vulcano Buono a Nola ad ospitarne la prima edizione. L'evento si chiama Stock Days ed è in programma dall’1 al 3 luglio (da...

A Villa Di Donato torna la musica live

A Villa Di Donato torna la musica live

È il primo appuntamento di musica live dopo il lockdown ed è in calendario giovedì 18 a Villa di Donato, dimora Settecentesca che sorge nel cuore “popolare” del Borgo di Sant'Eframo a Napoli: qui non ci si è dati per vinti e il calendario della quarta Stagione di...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te