Dieci anni di Criminologia all’Università Suor Orsola Benincasa

da | Gen 9, 2019 | Cultura&Spettacolo | 0 commenti

Polizia scientifica ed esperti di Intelligence internazionale in cattedra a Napoli per la decima edizione del Master in Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza

Iscrizioni aperte fino al 21 Gennaio 2019

L’infiltrazione della criminalità organizzata nei circuiti economici, la violenza di genere, l’escalation della criminalità minorile, i nuovi fenomeni criminali nella società interculturale, la prevenzione e la repressione del traffico illecito di rifiuti. C’è lo studio di tutte le emergenze criminali contemporanee all’ordine del giorno della decima edizione del Master in Criminologia dell’Università Suor Orsola Benincasa.
“Scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza” è il titolo completo del percorso di alta formazione, che al Suor Orsola compie dieci anni proprio quest’anno, diretto dal criminologo Silvio Lugnano, con un approccio multidisciplinare allo studio dei fenomeni criminali: dalla sociologia alla psicologia, dalla pedagogia al diritto fino alle moderne tecniche investigative della polizia scientifica e dei sistemi di intelligence internazionali.

Un percorso di alta formazione, aperto a laureati (con laurea almeno triennale) di ogni disciplina (iscrizioni fino al 21 gennaio 2019 con bando online su www.unisob.na.it/criminologia) che vede in cattedra per le lezioni del Master, accanto ai docenti universitari, alcuni dei più importanti professionisti del settore: magistrati, investigatori, psicologi, dirigenti di polizia ed esperti dei settori dell’amministrazione giudiziaria e carceraria.

Il criminologo Silvio Lugnano

Il Master – spiega Silvio Lugnano – ha l’obiettivo di fornire la conoscenza delle principali metodologie investigative di analisi e di intelligence per contribuire alla formazione di professionisti in grado di gestire le moderne strategie di controllo e di sicurezza nella prevenzione e nella repressione di reati e di esperti che siano capaci di analizzare la criminalità e di intervenire nella gestione dei fenomeni delittuosi, con una conoscenza della materia tanto completa quanto operativa”. 

Proprio la pratica on the job è uno dei tratti fondamentali del Master in Criminologia dell’Università Suor Orsola Benincasa. Nel percorso di studio annuale c’è un ampio spazio dedicato ad attività di stage e tirocini presso le numerose strutture convenzionate con l’Ateneo (dai Tribunali ai Centri di accoglienza, dagli Istituti penitenziari alle Procure, dai Centri per la difesa delle donne ai diversi Enti pubblici e privato che operano nel settore dell’assistenza sociale).

In virtù di numerosi partenariati istituzionali il Master prevede la riduzione del 40% della tassa di iscrizione (pari a 1.500 euro per l’intero percorso formativo) per gli iscritti all’Ordine degli Avvocati di tutto il territorio nazionale, per idipendenti della Pubblica Amministrazione, per i dipendenti degli Enti Locali, per gli appartenenti alle Forze dell’ordine e per i Vigili urbani.

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

Il Gran Concerto di Capodanno

Il Gran Concerto di Capodanno

Musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi al Teatro delle Palme Il Gran Concerto di Capodanno: tra musica, canto, danza e spettacolari acrobazie circensi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in allegria e spensieratezza. Il primo gennaio 2022, alle ore...

L’album omaggio a Pino Daniele

L’album omaggio a Pino Daniele

Il nuovo disco strumentale del musicista napoletano Sergio Esposito dedicato al grande artista “In questo viaggio appassionato non è stato semplice individuare, tra le tante e diverse ‘perle’ del suo repertorio, quelle che meglio potessero adattarsi al nostro organico...

I grandi concerti delle festività

I grandi concerti delle festività

Due incredibili appuntamenti con la musica e il belcanto con gli artisti dell’associazione Noi per Napoli L’8 dicembre con la Festa dell’Immacolata si entra e si inizia a vivere, respirare l’atmosfera vera e propria del Natale e l’associazione culturale Noi per Napoli...

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Alma Partenopea, sold out il concerto a Capo Posillipo

Grande successo ieri sera al ristorante Le Stanze a Capo Posillipo degli Alma Partenopea per un concerto sold out davanti a un pubblico entusiasta per la loro musica. La band composta da Gianni Guarracino alla chitarra, Andrea Carboni alle percussioni e Leo D’Angelo...

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Perché fu eretta la torre di Palasciano

Tra misteri e leggende Bisogna cercarla con gli occhi, percorrendo la Tangenziale, dall’altezza di Corso Malta in poi e fino a poco prima dell’imbocco della galleria di Capodimonte. Si staglia sulla sinistra e svetta nel nugolo di costruzioni che l’hanno avviluppata...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te