Fuorigrotta, i “reclusi” del Parco San Paolo

da | Gen 5, 2019 | Cronaca | 0 commenti

Prigionieri  in casa senza  neanche sapere  quali saranno i tempi d’attesa. La mancanza di informazioni pesa quasi  quanto i disagi ed i pericoli per gli abitanti del Parco San Paolo, a Fuorigrotta, ostaggi da un anno e mezzo della linea 7 del metrò  per  il collegamento  tra le ferrovie Cumana e Circumflegrea, con la costruzione di una stazione proprio al centro del rione, tra la chiesa di San Paolo Apostolo  ed una nota clinica. Premessa: gli abitanti (circa 3mila persone) non sono affatto contrari allo sviluppo della infrastruttura. Ma il cantiere che occupa via Bakunin finora non ha fatto che isolarli maggiormente: niente vie di fuga;  “saltati”  circa 300 posti auto per i residenti  nonostante il pagamento di  150 euro per il diritto a sostare sulle strisce blu;  ostacolato   il passaggio dei mezzi di soccorso.  “Se qua morisse qualcuno, dovrebbero fare il funerale all’aperto,  non potendo un’auto arrivare  fino  all’ingresso dei palazzi…”  protesta Antonio Neri,  80 anni,  che abita in zona.  E persino la circolazione pedonale è difficile: per attraversare via Bakunin da un lato all’altro,  si è costretti  a fare il giro attorno all’intero  cantiere.

E poi scarsa illuminazione. Di notte è il coprifuoco. Gli abitanti del Parco San Paolo denunciano un incremento di scippi e di furti nelle case; danneggiamenti. Chi può, se ne va. E alcuni esercizi commerciali sono stati costretti a chiudere.

Per non parlare del verde. Oltre all’abbattimento iniziale di vari alberi di alto fusto (necessario per i lavori),  i giardini di fronte alla chiesa nonché le aiuole di via Bakunin appaiono nel più totale abbandono: tronchi d’albero , erbacce altissime, rifiuti a tutto spiano  e  un proliferare di insetti particolarmente aggressivi.

Degrado chiama degrado: alle spalle della chiesa, denuncia il parroco, sono stati trovati  siringhe e preservativi  lungo il vialetto che conduce alla scuola.

Il progetto prevede una ferrovia a 40 metri di profondità ; che la stazione sia integrata con un parcheggio da 250 posti  interrato a tre piani;  e la pedonalizzazione del grande asse centrale del Parco San Paolo (con una  passerella  che colleghi  questa zona  al rione Traiano). Ad agosto 2017 si ipotizzò che i lavori finissero nel 2021 ma i tempi  probabilmente   slitteranno…  Il cantiere  di via Bakunin  infatti è fermo da almeno 8-9 mesi . “E  anche  quando i lavori erano in corso>, sostengono  gli abitanti, <non notavamo grossi movimenti. Si trattò probabilmente dell’allestimento del cantiere e del  trasporto di materiale da deposito…”.  Poi tutto s’è fermato: “Adesso è tutto fermo e c’è solo un custode”.

Il 15 giugno dopo otto mesi di proteste  c’è stato  un  lieve ridimensionamento del cantiere (per allargare, almeno da un lato di via Bakunin,  lo spazio per gli autoveicoli):  furono spostati alcuni new jersey  ch’erano  troppo vicini ai palazzi…  Ma non basta.   Persistono rischi per l’incolumità dei cittadini, difficoltà di movimento  per i mezzi di soccorso  e  anche  nell’eventualità di fuga per eventi sismici  (siamo in zona rossa).  Anziani e disabili sono isolati.  “Situazione inaccettabile,  tanto più che il cantiere è fermo da mesi” .  Sembra che neanche la Municipalità, guidata da Diego Civitillo, riesca ad avere informazioni dalla Regione  sulla ripresa dei lavori benché ci abbia provato più volte attraverso l’assessorato alle Infrastrutture del Comune. Quanto  tempo durerà questa storia?  “Al Parco San Paolo sia ridata la sua dignità”. I cittadini attendono risposte.

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te