Cori razzisti, il commovente videomessaggio a Kalidou Koulibaly dai bambini campani

da | Dic 27, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

Arriva da Castellammare di Stabia, un videomessaggio a Kalidou Koulibaly. Protagonisti i volti più puliti e le bocche più sincere della nostra società: i bambini

Arriva da Castellammare di Stabia un videomessaggio a Kalidou Koulibaly che alcuni bambini, classe 2012, dell’Oratorio della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova proprio di Castellammare, hanno realizzato oggi con l’aiuto del loro allenatore.

Alessandro D’arco (l’allenatore), dichiara: “Ho sentito il dovere di parlare ai bambini di ciò che è successo ieri. Non ho fatto alcun discorso sul cosa si deve fare e cosa no, non ho parlato di razzismo ma semplicemente ascoltato le loro opinioni. Ho raccolto i loro messaggi in un video. Hanno fatto tutto loro, impariamo”.

Ancora una volta sono loro a dare lezione ai grandi, i bambini, il volto e le bocche più sincere della nostra ormai malata società. Un video che racchiude un messaggio profondo, verso un calciatore che ha il colore della pelle nero, ma come tutti sappiamo, con un cuore immenso e proprio i bambini lo invitano a non pensare agli stupidi autori dei cori razzisti di Milano, ricordando che lui è il loro eroe e un modello da seguire. Uno dei bambini si mette del nero sulla faccia dicendo: “Io sono come te”. Impariamo da loro, impariamo a prendere il calcio per quello che è, semplicemente un gioco. No al razzismo.

https://www.youtube.com/watch?v=jiH6uXLgCjg

ten One thing I hate About yourself (1999)

ten One thing I hate About yourself (1999) Senior high school Music try a vintage and you can is really worth a location to your anybody's list of an educated adolescent movies actually. The film, hence generated this new work regarding famous people like Zac Efron...

Register me to pick the hookup tonight

Register me to pick the hookup tonight You will find way too many feamales in your neighborhood who are in need of delivering together with her getting every night more speak online which have local men. Sign up you now. Have you been a female otherwise a man? That...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te