“Roberto Saviano. Io non ti credo”, il libro-denuncia di Ciro Perna

da | Dic 24, 2018 | Cronaca, Cultura&Spettacolo | 0 commenti

«Il mio progetto “rivoluzionario” è quello di combattere i poteri forti, che hanno il potere sui media. Possono creare o distruggere miti. Come nel caso di Roberto Saviano… eroe di carta costruito a tavolino. Per chi vuole conoscere la verità…»

Così Ciro Perna per raccontare Roberto Saviano. Io non ti credo, il suo libro-denuncia che, a partire da una deposizione di Saviano nel 2014 in un’intervista di querela analizza, smonta pezzo per pezzo e confuta le tesi dell’autore di Gomorra che l’autore definisce “Un uomo protetto da poteri forti e da una stampa complice, un perfetto bugiardo”.

Ciro Perna, operaio nel porto di Napoli dal 1992, lotta da tempo e con le sue sole forze contro i “poteri forti dell’informazione” che di Saviano hanno fatto un eroe, coltivando ciò che ritiene “un sogno, un’utopia, una rivoluzione”.

Roberto Saviano. Io non ti credo (2016) è già il secondo libro auto-prodotto dall’autore sul tema dopo Arromog: Gomorra letto da un altro punto di vista del 2013,una controinchiesta in cui pur a partire dalle affermazioni di Roberto Saviano nel libro cult Gomorra, evidenzia come i problemi di Scampia e di altri territori siano stati esasperati e strumentalizzati, al punto da sfociare in episodi di dubbia veridicità, e offre pertanto una lettura diversa sul fenomeno della camorra nel napoletano, non negando ma raccontando i fatti per quelli che realmente sono.

Su Amazon è possibile acquistare Roberto Saviano. Io non ti credo e finanziare la realizzazione del secondo volume dell’opera. Di seguito il link per l’acquisto:

https://www.amazon.it/Roberto-Saviano-Io-non-credo-vol-1/dp/B01MXXVLOS/ref=sr_1_9?s=books&ie=UTF8&qid=1545772764&sr=1-9

 

 

 

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te