Napoliboxe, Scognamiglio vince anche al Memorial Todisco

da | Dic 13, 2018 | Sport | 0 commenti

Nella seconda giornata di incontri torna al successo il professionista allenato da Lino Silvestri

Tre vittorie e tre pari nella sfida Italia-Polonia dilettanti

  Torna sul ring con l’ennesimo successo il professionista Christian Scognamiglio. Il giovane talento della Napoliboxe ha superato il laziale Cristian Solito, squalificato alla terza ripresa, al termine di un match dominato già dalle prime battute. L’incontro ha rappresentato il clou della seconda giornata dedicata al Memorial Salvatore Todisco, questa volta nella palestra della Napoliboxe ai Ventaglieri dopo la giornata di lunedì trascorsa nel cortile dell’istituto Casanova. A ricordare l’argento olimpico di Los Angeles 1984 tragicamente scomparso sono intervenute la mamma Maria e le sorelle Anna, Giovanna e Maria Brigida.

            A fare da contorno all’incontro professionistico si sono svolti gli incontri della seconda giornata del dual match Italia-Polonia. La Napoliboxe ha portato a casa i successi di Ottati (schoolboy 54kg) e Cannavale (junior 70kg) mentre è arrivata la vittoria anche per Boussadra (schoolboy 54kg dell’Irpinia Pro Ring). Tre i pari negli incontri tra Steven e Perkowski (57kg), Mondego e Broma (elite II serie 48kg), Benaicha e Jakub Sulecki (junior 54kg). Unica sconfitta per Forte (junior 57kg) contro Pawel Sulecki, mentre nel fuori programma è arrivata la splendida vittoria per ko della giovanissima Francesca Pia Vaccaro (Schoolgirl 45kg) contro la milanese Melissa Andreozzi.

            Alla riunione hanno partecipato, insieme al presidente del comitato regionale della Federazione Pugilistica Italiana, Alfredo Raininger, anche i consiglieri nazionali Fabrizio Baldantoni e Biagio Zurlo. “Queste manifestazioni mi commuovono perché sono anch’io un figlio d’arte come Lino – ha spiegato Zurlo a margine della riunione -. Lui riesce a portare avanti il nome della sua famiglia, alla quale sono particolarmente legato perché mi sono allenato con suo padre Geppino alla Fulgor. Io ho ancora la fortuna di avere un padre che frequenta la palestra e mi chiedo spesso se riuscirò a seguire le sue orme come ora sta facendo Lino. Abbiamo avuto entrambi la fortuna di avere due genitori di un’altra epoca che hanno fatto la storia di questo sport. È bello vedere di mattina, in un orario insolito per il pugilato, una palestra colma di pubblico, il pugilato ha bisogno di questi momenti di aggregazione anche legandosi alla scuola, com’è accaduto lunedì all’istituto Casanova”.

            “La vittoria di Scognamiglio conferma la sua crescita – ha aggiunto il maestro Lino Silvestri -. Era doveroso ricordare Salvatore Todisco con un grande evento internazionale perché è stato un campione che in troppi hanno dimenticato e mi ha fatto piacere la partecipazione della sua famiglia in quest’occasione. Ma la grande soddisfazione resta quella di aver visto intorno al ring lunedì centinaia di ragazzini dell’istituto Casanova. È in questi ambienti che possiamo trovare i campioni del futuro ma che soprattutto dobbiamo lavorare per insegnare i valori sani dello sport e sono grato alla dirigente scolastica Maria Rosaria Stellato che da due anni ci dà l’opportunità di insegnare la boxe nell’istituto che dirige in orario curriculare”.

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Col fiato sospeso e col cuore in gola. Perché per il calcio la prossima settimana fino al 18 maggio saranno giorni decisivi. Dopo il via dato dalla cancelliera Merkel alla ripartenza della Bundesliga e i buoni propositi dei governi spagnolo e inglese per Liga e...

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Ancora non sono riuscito a capire se il ministro Vincenzo Spadafora si stia comportando con il calcio e tutte le sue componenti come il bimbo che porta il pallone nel parco o nel cortile di casa che vuole decidere lui solo chi degli altri bimbi deve giocare, come deve...

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

È diventato un braccio di ferro, politico ma non solo. Economico, sociale, ideologico? C'è di tutto dietro il “no” alla ripresa degli allenamenti di calcio per le società il 4 maggio prossimo. Ma c'è soprattutto l'arroganza, quella dell'inusuale tandem politico...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te