Quando il Pocho fece tremare Anfield

da | Dic 11, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

I precedenti. Bilancio in pareggio nelle sfide contro i Reds: una vittoria a testa ed un pareggio. Nel 2010 l’unica sfida a Liverpool

Il 4 novembre 2010 il Napoli di Walter Mazzarri fece tremare Anfield. Impegnato nel doppio confronto in Europa League contro gli inglesi, quel Napoli si fece rispettare disputando due partite di grande tenacia.All’andata, ad Anfield, il 4 novembre 2010 appunto, il Napoli conquistò il primo tempo e lo concluse in vantaggio di 1-0 con la rete del Pocho Ezequiel Lavezzi al 27esimo minuto. Al ritorno, poi, al San Paolo, finì 0-0 con qualche recriminazione per gli azzurri che avrebbero potuto vincere la partita con merito. Ma la partita di andata fece capire che il Napoli non era poi così distante dalle grandi compagini europee.
La formazione del Liverpool era la seguente: Reina; Johnson, Carragher, Kyrgiakos, Konchesky; Spearing, Poulsen; Jovanovic, Shelvey, Meireles, Ngog. A disposizione: Hansen, Kelly, Skertel, Wilson, Gerrard, Lucas, Ecclestone. Allenatore, l’ex Inter Hodgson.
Il Napoli si schierava con De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena; Lavezzi, Hamsik; Cavani. A disposizione: Gianello, Santacroce, Grava, Zuniga, Yebda, Sosa, Dumitru. In panchina Walter Mazzarri. Il Napoli dominò per mezz’ora, reggendo alla grande per il primo tempo anche dopo essere passato in vantaggio con il Pocho Lavezzi, imbucato in area da Cavani. L’argentino andò ad esultare sotto lo spicchio occupato dai tifosi azzurri salendo sui tabelloni pubblicitari (in foto). Nel secondo tempo, però, l’entrata in campo di Steven Gerrard (che Hodgsone voleva far riposare) rovesciava la situazione: il capitano inglese, con una tripletta, risollevava le sorti di un incontro che per il Liverpool si era messo in salita. Eppure al 5’ della ripresa era stato Maggio ad avere il match ball, di testa, con uno stacco dall’area piccola che si spense fra le braccia di Reina. Poco dopo il portiere azzurro De Sanctis salvava sulla girata da pochi metri di Ngog, strozzando in gola l’urlo della Kop. Il Napoli concedeva a Shelvey, al 15’, una buona palla, con un colpo di testa goffo, e tremava seriamente al 20’, quando Meireles, su pasticcio della difesa azzurra, spediva a lato a colpo sicuro. Ma il Napoli concedeva troppi metri di campo al Liverpool, quasi intimorito. Al 27’ Gerrard, su punizione, sfiorava il palo. Shelvey creava il panico con una serpentina pericolosa ai limiti dell’area, Dossena recuperava, ma sul suo retropassaggio al portiere interveniva in scivolata Gerrard, che in spaccata segnava il pari: 1-1. Poi ci fu il crollo con altre due reti del capitano del Liverpool e la qualificazione che divenne complicata per gli azzurri.
Veniamo a quest’anno. Napoli e Liverpool si sono affrontate in amichevole ad agosto e i Reds hanno sotterrato gli azzurri con un pesante 5-0. Al San Paolo, invece, nel match di andata disputato ad ottobre, gli azzurri hanno dominato e vinto con un gol in spaccata di Insigne allo scadere riequilibrando il bilancio nelle gare ufficiali: 1 vittoria a testa e 1 pareggio.

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0, prima vittoria dell'era Spalletti nel giorno del suo battesimo al Diego Armando Maradona e finalmente ritornano i tifosi allo stadio. Napoli-Venezia è anche la prima partita di Spalletti, da allenatore del Napoli, nell'impianto di Fuorigrotta...

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te