Memorial Todisco, dual match per gli atleti della Napoliboxe all’Istituto Casanova

da | Dic 6, 2018 | Sport | 0 commenti

Dual match con una selezione polacca per gli atleti della Napoliboxe che festeggia la Stella di Bronzo del CONI

Sul ring anche il professionista Scognamiglio

            Dopo il successo degli appuntamenti estivi in piazza torna nelle scuole la Napoliboxe, reduce dalla consegna della Stella di Bronzo al Merito Sportivo del CONI ritirata dalla presidente Stefania Esposito martedì scorso al Maschio Angioino. Doppio appuntamento per chiudere l’anno in bellezza lunedì 10 e mercoledì 12 dicembre con il dual match tra gli atleti della società di vico Sottomonte ai Ventaglieri e una selezione di pugili polacchi. Sarà l’occasione per ricordare anche Salvatore Todisco, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Los Angeles 1984, allievo di Geppino Silvestri, al quale sarà intitolato il Memorial.

            Appuntamento entrambi i giorni alle ore 10 nel cortile dell’Istituto Casanova (vicoletto S. Pietro a Maiella, 4), al centro di Napoli, dove la Napoliboxe già dallo scorso anno svolge attività di pugilato anche in orario curriculare, grazie al supporto della dirigente scolastica Maria Rosaria Stellato, particolarmente sensibile al valore educativo dello sport. Il programma prevede lunedì nove incontri dilettanti, mentre mercoledì si aggiungerà un fuori programma con la giovanissima Francesca Pia Vaccaro (Schoolgirl 45kg) che affronterà la milanese Melissa Andreozzi e il match clou con il ritorno sul ring del peso massimo professionista Christian Scognamiglio che concederà la rivincita al laziale Cristian Solito, già sconfitto a settembre.

            Per la Napoliboxe sul ring saliranno Giuseppe Ottati (schoolboy 54kg), Francesco Cannavale (junior 70kg), Vincenzo Forte (junior 57kg), Mohamed Benaicha (junior 54kg), Marli Mondego (elite II serie 48kg), Vincenzo Terlizzi (junior 70kg) insieme a Nassim  Boussadra (schoolboy 54kg dell’Irpinia Pro Ring) e Antonio Corbelli (junior 54kg della Boxing Castellammare di Stabia). I pugili polacchi sul ring saranno Maurycy Pajdzinski (54kg), Jakub Skuza (54kg), Pawel Sulecki (54kg), Jakub Sulecki (57kg), Lukasz Perkowski (57kg), Lukasz Ickiewicz (70kg), Krystian Rogowski (70kg), Joanna Broma (50kg), Oskar Rybaczyk (55kg).   Al Memorial Todisco, realizzato anche con il supporto degli sponsor Luigi Vittozzi e Studio Delos, interverranno i consiglieri nazionali della FPI Fabrizio Baldantoni, Giuseppe Macchiarola, Natale Marzullo e Biagio Zurlo insieme al presidente della FPI Campania, Alfredo Raininger.

            “Crediamo da anni nell’importanza dell’attività sportiva nelle scuole e grazie all’Istituto Casanova possiamo proseguire la nostra attività anche in orario curriculare – spiega il maestro Lino Silvestri -. Anche per questo ci è sembrato giusto organizzare questo evento all’interno della struttura durante le ore di lezione, per coinvolgere i ragazzi e mostrare loro il valore educativo dello sport. Sarà bello per noi festeggiare la Stella di Bronzo del CONI che abbiamo appena ricevuto insieme a tanti giovani, che sono il futuro della nostra città e del nostro sport, anche e soprattutto nei quartieri difficili nei quali operiamo quotidianamente”.

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Col fiato sospeso e col cuore in gola. Perché per il calcio la prossima settimana fino al 18 maggio saranno giorni decisivi. Dopo il via dato dalla cancelliera Merkel alla ripartenza della Bundesliga e i buoni propositi dei governi spagnolo e inglese per Liga e...

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Ancora non sono riuscito a capire se il ministro Vincenzo Spadafora si stia comportando con il calcio e tutte le sue componenti come il bimbo che porta il pallone nel parco o nel cortile di casa che vuole decidere lui solo chi degli altri bimbi deve giocare, come deve...

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

È diventato un braccio di ferro, politico ma non solo. Economico, sociale, ideologico? C'è di tutto dietro il “no” alla ripresa degli allenamenti di calcio per le società il 4 maggio prossimo. Ma c'è soprattutto l'arroganza, quella dell'inusuale tandem politico...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te