Milik gioca poco ma ha portato già punti importanti

da | Dic 4, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

Decisivo. Arkadiusz Milik lo è stato a Bergamo ma non solo. Lo è stato anche alla prima giornata di campionato quando il suo gol agguantò il pareggio sulla Lazio che era passata in vantaggio con Immobile. La rete del polacco all’Olimpico spianò la strada al primo successo azzurro dell’era Ancelotti. Pur giocando poco. Cinque gol in campionato finora. Gli altri gol segnati quest’anno li ha realizzati nel 3-0 sul Parma (doppietta) e nel 5-1 rifilato all’Empoli. Bellissimo il gol segnato a Bergamo: Milik è riuscito ad addomesticare il pallone di Mario Rui e poi a metterlo in rete con un tiro al volo prima che il pallone rimbalzasse a terra. Il polacco ha portato da solo 4 punti al Napoli finora, se non si considera determinante la sua doppietta al Parma. Altrimenti i punti guadagnati per suo merito diventano 6. “Chiaro che voglio giocare di più – ha detto Milik a fine gara – ma accetto le decisioni del mister. Siamo felici dopo questa vittoria e torniamo a casa felici. Ora ci concentriamo sul prossimo impegno col Frosinone prima di preparare la gara col Liverpool”. E proprio contro il Frosinone, l’attaccante polacco dovrebbe partire titolare avendo così la chance di aumentare ancora il suo bottino di reti comunque positivo in termini di media gol. Basti pensare che i titolari Insigne e Mertens hanno segnato solo due gol più di Milik (7) e Callejon è ancora fermo a quota 0. Insomma, i numeri dicono che Milik è importante per questo Napoli e sarebbe importante tenerlo fino a fine stagione e rispedire al mittente le offerte arrivate da club esteri.
Offerte che nascono dal fatto che, con Dries Mertens al top della forma, lo spazio per Milik nel Napoli si è ridotto negli ultimi mesi. Titolare in quattro delle prime sei gare di campionato e nelle prime due uscite in Champions League, l’attaccante polacco ha visto il suo minutaggio sensibilmente ridursi nel mese di novembre: ad oggi, Milik ha giocato titolare 9 delle 19 partite stagionali disputate fin qui dal Napoli (venendo sostituito in quattro occasioni), mentre in quattro di esse è rimasto in panchina senza giocare neanche un minuto. I 5 gol segnati in rapporto ai pochi minuti trascorsi in campo non rappresentano un dato eccezionale che testimonia la difficoltà del centravanti polacco nel prendersi un ruolo centrale nella squadra di Carlo Ancelotti. Per questa ragione, Milik potrebbe chiedere al Napoli di essere ceduto nella prossima sessione invernale di calciomercato, anche a titolo non definitivo: al polacco serve continuità in campo per ritrovare la brillantezza del periodo pre-infortuni, quando la sua media gol era notevolmente migliore. Una soluzione potrebbe arrivare dalla Ligue 1: sono numerosi stamattina i siti transalpini – come Footmarseille.com – a parlare dell’interesse dell’Olympique Marsiglia per Milik. Secondo i media francesi, la squadra allenata dall’ex tecnico della Roma Rudi Garcia sarebbe pronta a offrire al Napoli la soluzione del prestito secco fino a giugno, senza diritto o obbligo di riscatto. Una modalità di cessione che salvaguarderebbe gli interessi del club di Aurelio De Laurentiis: all’OM, Milik avrebbe l’opportunità di giocare con continuità, ritrovando la forma migliore e rivalutando il costo del suo cartellino (fu pagato 32 milioni di euro all’Ajax nell’estate 2016). A quel punto, senza Milik, il Napoli dovrebbe però assicurare a Carlo Ancelotti un altro attaccante in grado di alternarsi con Insigne e Mertens. Specie se, dopo Liverpool, gli azzurri saranno ancora impegnati in Champions League. Ma, è chiaro, dopo il gol decisivo segnato a Bergamo, adesso Milik è tornato ad essere importante per il Napoli e per i suoi tifosi.

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te