Pareggio interno con il Chievo e due punti pesanti persi in classifica per il Napoli. Lo 0-0 al San Paolo è un risultato imprevisto ed inaspettato che arriva al termine di una partita difficile da raccontare. Il primo tempo tra Napoli e Chievo è molto deludente per la scuola di Carlo Ancelotti che si rende comunque pericolosa anche se, a dirla tutta, in qualche caso è un po’ troppo sbilanciata in avanti e presta il fianco alle pericolose ripartenze della formazione veronese. Primo tempo a ritmo basso. Nella ripresa, poi, soprattutto con qualche cambio, la squadra azzurra si è un po’ aggiustata. Insigne a sinistra ha dato più qualità e la manovra ha beneficiato dell’ingresso in campo di Milik, anche se il polacco si è visto pochissimo e soprattutto con l’ingresso in campo di Allan. La squadra ha spinto di più ed è entrata in campo con un atteggiamento diverso nella ripresa.

Ecco, dunque, che si è resa anche molto pericolosa sotto porta con un palo di Insigne ed una rovesciata di Koulibaly che scheggia il palo e finisce sul fondo. Tante altre occasioni create dal Napoli che però non ha trovato il gol cercato in modo più insistente soltanto nei secondi 45 minuti di gioco. A volte un po’ di sfortuna e qualche imprecisione sotto porta possono costare care e il Napoli ha lasciato due punti pesantissimi sulla strada del problematico inseguimento alla Juventus. Vero è che nella ripresa sono state fatte anche le cose giuste però i primi 45 minuti praticamente regalati al Chievo devono far sicuramente riflettere Ancelotti, che forse queste gare con squadre nettamente inferiori, le deve approcciare con i migliori giocatori a disposizione per cercare di chiudere nei primi 45 minuti senza esporsi al rischio di assalti finali che possono portare sì alla vittoria ma anche lasciare l’amaro in bocca per un risultato pesantemente negativo.

Adesso la situazione di classifica è cambiata con la Juventus che ora è a più 8 e sembra sinceramente molto difficile da raggiungere. Inoltre si avvicina l’Inter di nuovo a meno 1 dal Napoli. Nella prossima giornata ci saranno gare molto complicate per tutte le prime tre della classe: la Juventus andrà a Firenze, l’Inter andrà a Roma contro i giallorossi ed il Napoli giocherà lunedì nel posticipo a Bergamo con l’Atalanta. La squadra di Ancelotti, prima di ripensare al campionato, deve ora sperare di ottenere il passaggio del turno in Champions con una vittoria in casa con la Stella Rossa ed una mancata vittoria del Paris Saint Germain col Liverpool. Altrimenti, se i francesi dovessero vincere, anche in caso di vittoria del Napoli, tutto sarebbe ancora in discussione nell’ultima giornata che vedrà gli azzurri impegnati a Liverpool e costretti all’impresa per riuscire ad andare avanti in Champions.