Napoli -Chievo: 0-0. Finisce con un amaro e inaspettato pareggio il match odierno al San Paolo degli azzurri contro la squadra ultima in classifica. Carlo Ancelotti però difende tutti e suggerisce anzi di sfruttare l’esperienza per ragionare bene e strategicamente in vista della  sfida decisiva di Champions contro la Stella Rossa, in programma il prossimo mercoledì.

Intervenuto al termine di Napoli – Chievo ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato infatti: “Non considero questa partita come una mancanza individuale di qualcuno. È l’atteggiamento iniziale che doveva essere diverso: quindi niente croce su nessuno. La croce su questa partita l’ho già messa io perché dobbiamo pensare a mercoledì ora, dove sarà più o meno la stessa partita ma il Napoli sarà diverso. Ci siamo preoccupati poco, ci dobbiamo occupare di più prima delle partite. troveremo una squadra che si difende, proprio come oggi. Il problema oggi è stato l’intensità iniziale: c’è stata poca intensità ed è importante averla invece proprio all’inizio, perché le squadre sono più aperte nella prima parte. Noi eravamo troppo blandi in fase di costruzione, nel recupero palla e in fase di finalizzazione, e questo ha consentito al Chievo di fare una partita difensiva, chiudendo tutti gli spazi nella seconda parte quando noi le abbiamo provate tutte. Gli otto punti di stacco dalla Juve? Per quanto riguarda la classifica faremo delle valutazioni alla fine del girone di andata, non ora”.