Marvel, morto Stan Lee, il padre dei supereroi americani

da | Nov 12, 2018 | Cronaca | 0 commenti

Addio all’ideatore di Spiderman e del fumetto moderno

Si è spento oggi 12 novembre a Los Angeles all’eta di 95 anni il celebre fumettista Stanley Martin Lieber, in arte Stan Lee.  Nato  a New York il 22 dicembre 1928, inzia la sua carriera come addetto alle copie  presso la Timely Comics, l’azienda che sarebbe diventata più in là la Marvel Comics, raggiungendo fama e profitti su scala mondiale. A 17 anni Lee per le sue eccezionali capacità come sceneggiatore e scrittore diventa il più giovane editor nel campo dei fumetti, firmando nel 1939 il suo primo testo per il personaggio Capitain America. Il grande successo di Stan Lee arriva nel anni 1961 con l’ ideazione della famiglia di supereroi “I fantastici 4”, numerosi i proseliti per questo fumetto fanno da viatico per la creazione di una genealogia di eroi  passati alla storia della cultura pop. Hulk, Thor, gli X-men, Daredevil, e il più famoso dei suoi figli: Spiderman (1962).

Lo stile di Lee e della Marvel è diverso da quello  dei personaggi iconici della DCcomics, in quanto i supereroi di Stan sono più umani e i loro dialoghi  più ironici e familiari. I supereroi non sono perfetti e senza difetti (come Superman) ma portano con sé una sensibile interiorità corroborata da paure e drammi esistenziali tipici dell’essere umano. Lee punta i riflettori sul tema della diversità, del razzismo e della disabilità (Daredevil è  dotato di poteri straordinari nonostante sia cieco). Produttore e presentatore televisivo, Stan Lee da bravo “padre” partecipa con piccole apparizioni nei lungometraggi dei film Marvel che raccontano le vicende dei suoi supereroi, ultimo di questi cameo in Avengers Infinity War.

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

“Un contratto autonomo per gli infermieri”

Il presidente del sindacato Nursing up, Antonio De Palma: “Alveo autonomo di contrattazione e vera libera professione: il nostro futuro passa da qui. E vanno garantiti subito uno stipendio degno e l’indennità di specificità infermieristica” “Perché la nostra...

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Finanza sostenibile, la sfida di Trieste

Trieste, attraverso un'Associazione che raggruppa alcuni fra i più importanti gruppi imprenditoriali cittadini e del Nord-Est si prepara a lanciare una sfida europea sul tema della finanza sostenibile. I contenuti del progetto, che ha il sostegno di aziende ma anche...

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Vomero, ruba in un negozio di abbigliamento: arrestata

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Alessandro Scarlatti, sono stati avvicinati da un addetto alla vigilanza di un negozio di abbigliamento il quale ha raccontato che, poco prima,...

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Disabilità, la sala blu di Napoli Centrale compie dieci anni

Dieci anni trascorsi mettendo al centro le storie, i volti, le esperienze e i bisogni delle persone a ridotta mobilità e con disabilità. L'impegno del Gruppo FS su questo fronte si è concretizzato anche grazie alle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana, un servizio di...

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Napoli, rimossi 65 paletti abusivi

Agenti della polizia locale dell’unità di San Lorenzo, coadiuvati dagli operai della Napoli Servizi, sono intervenuti in vico grotta della Marra, a due passi dalla Curia di Napoli, rimuovendo 65 paletti installati abusivamente da ignoti sul suolo pubblico. “Il nostro...

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

“Reggimento Immortale” in Italia, domani la marcia on line

Nelle difficili condizioni della Pandemia Globale, la processione "Reggimento Immortale" in Italia è stata organizzata in un formato online. I coordinatori dei Reggimenti Immortali delle 16 città italiane di Roma, Milano, Napoli, Bari, Genova, Verona, Bologna, Udine,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te