“Quello che vedo”, la serie web sull’autismo di Maurizio Casagrande

da | Nov 9, 2018 | Cultura&Spettacolo | 0 commenti

“Quello che vedo”, questo il nome della serie web sull’autismo con la regia di Maurizio Casagrande

Quello che vedo è una serie web sull’autismo, un disturbo evolutivo complesso che, se non opportunamente trattato, può diventare altamente invalidante, in quanto coinvolge le funzioni cerebrali sottese principalmente allo sviluppo della comunicazione e della capacità di interazione sociale.

in foto Antonio D’Amora e Vincenzo Catapano

Ma prima di essere una serie web, Quello che vedo, è un progetto sociale che nasce dalla determinazione di tre giovani autori campani, Vincenzo Catapano, Laura Pepe e Maia Salvato di portare alla ribalta mediatica le problematiche correlate ai disturbi dello spettro autistico, sensibilizzando un pubblico che troppo spesso è distratto.Spesso ci si sente lontani da questo genere di problematiche pur vivendole quotidianamente, come nel caso della presenza di uno studente autistico nella propria scuola, nella propria classe, nel proprio banco.

in foto: Maurizio Casagrande, Anna Spagnuolo (a destra) e la piccola Lucia Manfuso (a sinistra)

Gli autori sono mossi dalla convinzione che un’attività di informazione e sensibilizzazione sul tema, che sia “non formale” e magari alternativa ai tradizionali schemi di comunicazione, possa più efficacemente contribuire a costruire, soprattutto fra i giovani, un clima che faciliti l’inclusione, integrazione e una corretta socializzazione del ragazzo autistico. Il percorso che ha portato alla stesura del soggetto prima, e della sceneggiatura poi, inizia con una intensa attività di osservazione, di studio e di sperimentazione “sul campo”, presso il Centro Neapolisanit di Ottaviano (NA) che ha per suo scopo istituzionale l’ abilitazione, l’ educazione e la riabilitazione di soggetti con deficit fisici-psichici-sensoriali, un centro quindi specializzato soprattutto nel trattamento di persone affette da autismo.

in foto: Maurizio Casagrande, accanto Tiziana De Giacomo, alle saplle Mariateresa Amato, Caterina Gramaglia (a sinistra)

La regia del progetto è stata affidata all’attore e regista napoletano Maurizio Casagrande che si è avvalso di un cast di attori prevalentemente napoletani: Fabio Fulco, Anna Spagnuolo, Mimmo Esposito, Vincenzo Catapano, Susy Del Giudice, Caterina Gramaglia, Tiziana De Giacomo, Igor Petrotto, Salvatore Catanese, Maria Teresa Amato, e i piccoli Antonio D’ Amora e Lucia Manfuso. “Quello che vedo” racconta la storia di Filippo Balestrieri (Vincenzo Catapano), ragazzo autistico di 25 anni, di suo padre Carlo Balestrieri (Fabio Fulco) e del suo fratellino Mirko Balestrieri (Antonio D’ Amora). A scuola la maestra assegna un compito a Mirko, il cui titolo è proprio “Quello che vedo” e da lì partirà, attraverso immagini e flashback, il racconto della quotidianità della famiglia Balestrieri: una “quotidianità diversa” che a Mirko piace così com’ è, anche perchè non riuscirebbe ad immaginarne un’ altra differente. L’autismo di Filippo fa da sfondo ad altre storie con al centro l’ integrazione di altre forme di “diversità‘’ .

Di seguito i link per vedere le sei puntate della serie:

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

Mariani secondo atto. Focus sui clan vesuviani

È passato solo un anno dal debutto di Giovanni Taranto, con “La fiamma spezzata”. Ed eccolo ora riproporsi con un nuovo romanzo, sullo stesso tema, intrighi ed affari della criminalità organizzata vesuviana al vaglio di un investigatore serio e determinato. Siamo...

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

Freud’s Bones, la psicoanalisi in un gioco

La geniale intuizione di Fortuna Imperatore, game designer napoletana laureata in Psicologia A chi poteva venire in mente l’idea di creare un videogioco che avesse per protagonisti Freud e la psicoanalisi? O a un matto o ad un genio, ma sicuramente con l’inventiva e...

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Applausi per il duo Mosca-Corcione

Grande successo per il concerto di musica classica “Note di pace” a Casavatore Grande successo di partecipazione e di pubblico per il concerto di musica classica per violino e pianoforte tenutosi presso la parrocchia di Gesù Cristo lavoratore a Casavatore, intitolato...

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì la consegna dei premi “Emily Dickinson”

Mercoledì 8 Giugno, alle ore 15,30, nellʼincantevole cornice di Castel SantʼElmo, a Napoli,si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI edizione del Premio Letterario Internazionale “Emily Dickinson”, fondato e presieduto dalla scrittrice e giornalista Carmela...

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te