Tutti i Napoli di Carlo Ancelotti

da | Ott 15, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

Nuove posizioni in campo, nuove coppie e nuove soluzioni: Carlo Ancelotti cambia sempre e così gli azzurri possono essere imprevedibili

Carlo Ancelotti non ha impiegato molto tempo. Ha cambiato volto al Napoli con poche mosse effettuate dopo un inizio con il 4-3-3 che aveva presentato qualche difficoltà soprattutto nella fase di non possesso. Il tecnico è passato al 4-4-2 ma all’interno di questo sistema di gioco che la squadra sta adottando sempre nella fase passiva, ci sono tantissime novità nella fase di possesso. A volte si è partiti con due attaccanti puri sull’esterno, come Callejon e Verdi, che hanno praticamente reso la squadra, in fase di possesso, un 4-2-4 con giocatori molto offensivi e con due punte (Insigne e Milik o Insigne e Mertens) strette in posizione centrale. Altre volte, invece, si è ricorsi ad una soluzione opposta. Sempre 4 giocatori offensivi, ma i due esterni sono stati anche due centrocampisti come Fabian Ruiz e Zielinski, che stringevano molto al centro del campo e lasciavano le corsie libere per le avanzate dei due esterni bassi, qualche volta Hysaj ma soprattutto Malcuit in questi casi e dall’altra parte Mario Rui. Soluzione ancora diversa quella adottata con il Liverpool, dove per evitare la pressione della squadra avversaria sui portatori di palla che iniziavano l’azione del Napoli, si è schierato a 3 nella fase di possesso con Maksimovic che restava bloccato con Albiol e Koulibaly, Mario Rui che saliva sulla sinistra e Callejon che si abbassava sulla destra, così in fase di uscita il Napoli si proponeva con un 3-4-2-1 con Fabian Ruiz che, utilizzato in quell’occasione a sinistra, stringeva al fianco di Insigne dietro la prima punta Milik. Tante varianti, dunque, tutte ben recepite dalla squadra, tutte sorprendenti per le squadre avversarie. E sicuramente non è finita qui. Il tecnico cambierà molto anche se adesso c’è una base e ci sono delle nuove coppie formate negli ultimi mesi nei vari ruoli all’interno di questo 4-4-2. Lo definiamo così perché l’unica certezza è che in fase di non possesso la squadra si schiera con due linee da 4 giocatori e 2 punte che restano sfalsate in verticale, quindi 1+1 se vogliamo essere più precisi in fase di possesso palla degli avversari per un 4-4-1-1 che sta dando i suoi frutti. In attesa del ritorno in campo di Meret, reduce dall’infortunio nel ritiro precampionato, la coppia di portieri è formata da Ospina e Karnezis. Poi diventerà Ospina-Meret con Karnezis a fare il terzo portiere. Per quanto riguarda, invece, la difesa, a destra ci sono Hysaj e Malcuit, a sinistra Mario Rui e Ghoulam (in attesa del rientro) mentre i centrali sono Koulibaly e Albiol, con alternative Maksimovic e Luperto, in attesa di Chiriches (anch’egli infortunato). Questi gli otto difensori attualmente a disposizione, con Maksimovic che può giocare, come abbiamo visto anche con il Liverpool, anche da esterno basso a destra nella linea a 4. Per quanto riguarda il centrocampo, poi, le coppie che si sono alternate negli ultimi tempi sono Hamsik-Allan e RogDiawara. Rog è l’ater ego di Allan, mentre Diawara è l’alternativa ad Hamsik anche se non è detto che non possano giocare insieme quelli che sono alternativi tra loro perché con il centrocampo a 2 non ci sono più le coppie fisse che c’erano con il centrocampo a 3. Ci sono, inoltre, sempre Fabian Ruiz e Zielinski che possono rientrare nei due centrocampisti centrali. Come detto, per il momento, lo spagnolo e lo slovacco sono stati utilizzati anche da esterni d’attacco ed entrambi hanno giocato sia a sinistra che a destra. Fabian Ruiz ha giocato a destra con il Parma e a sinistra con il Liverpool, Zielinski ha giocato quasi sempre a sinistra titolare ma nell’ultima gara, quella con il Parma, è stato impiegato anche sulla fascia destra. Quindi tante novità, tante sorprese, tanti movimenti e anche tante letture diverse da parte di giocatori che sono tutti molto incentrati sulle indicazioni nuove che ricevono, partita dopo partita, da Carlo Ancelotti. Le due punte sono Insigne e Mertens, oppure Insigne e Milik. Abbiamo scoperto, nell’ultima partita che Ounas è il quarto degli attaccanti e non Verdi o Zielinski, che pure possono e potranno essere impiegati in una posizione più centrale, ma per il momento l’alternativa ad Insigne è stato Ounas nell’ultima gara e nelle altre Mertens e Milik che nel ruolo di prima punta si stanno alternando. Tantissime novità che la squadra, come detto, riesce a sviluppare nel migliore dei modi. Adesso vediamo quali saranno le altre novità di Ancelotti perché ci sono anche i ritorni di Ghoulam e Younes, giocatore molto interessante, quest’ultimo, che può partire da sinistra come faceva nell’Ajax ma può partire anche da tutte le altre posizioni dell’attacco considerando la sua duttilità e considerando il fatto che Ancelotti tiene tutti sulla corda per poter essere immediatamente ed in ogni partita utilizzati in qualsiasi momento ed in qualsiasi posizione. Insomma, per quanto riguarda gli attaccanti, le novità possono essere ancora molte. Si arriva, così, quindi con tante idee nuove che la squadra sta assimilando bene, ad un nuovo ciclo di partite importantissime. Si inizierà sabato prossimo ad Udine per poi proseguire con la trasferta di Champions League a Parigi, una delle gare decisive di questa parte iniziale della stagione, e poi ci saranno in campionato Roma ed Empoli al San Paolo prima della gara di ritorno in Champions League con il Paris Saint Germain e poi della trasferta di Genova col Genoa. Questo mini ciclo di gare precederà la prossima sosta per gli impegni delle nazionali.

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari: 2-0 sesta vittoria consecutiva

Napoli Cagliari finisce 2 a 0, azzurri nuovamente primi in classifica e sesta vittoria consecutiva su sei giornate di campionato, Osimhen la sblocca poi è lui stesso a procurarsi il rigore nel secondo tempo, trasformato da Insigne per il 2 a 0 finale. Napoli Cagliari...

Napoli: che sorpresa!

Napoli: che sorpresa!

Grande inizio di stagione. E i tifosi tornano a seguire la squadra con passione Dopo appena cinque giornate di campionato è pericoloso azzardare pronostici soprattutto in chiave partenopea, ma in generale si può affermare che le previsioni della vigilia secondo cui la...

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Samp

Poker bis, il Napoli affonda anche la Sampdoria, Osimhen incontenibile firma una doppietta, doppio assist di Insigne e Lozano, Ruiz raddoppia mentre il sigillo è di Zielinski. Cinque vittorie su cinque e azzurri primi a punteggio pieno. Poker bis - Seconda vittoria...

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Un Napoli spettacolare vola in testa alla classifica

Napoli spettacolare, 4 gol all'Udinese nella Dacia Arena, Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, Koulibaly e Lozano per il tris e il poker nella ripresa, unica squadra a punteggio pieno. Napoli spettacolare - Chiamato all'ennesima vittoria in campionato, per conquistare...

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina a Leicester ma finisce 2 a 2

Il Napoli domina e spreca tanto, va sotto di due gol e nel secondo tempo, con Osimhen la pareggia a 3 minuti dalla fine. Il Napoli domina a Leicester - Partita ricca di emozioni quella che va in scena al Leicester City Stadium, per la prima di Europa League. Il Napoli...

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, Juve KO al Maradona

Ancora Koulibaly, a 5 minuti dalla fine il senegalese firma il gol vittoria, Juventus KO al Maradona e -8 in classifica. Ancora Koulibaly- Napoli Juventus non può essere una semplice partita, è la partita più sentita del campionato, orario insolito di sabato alle 18...

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Napoli incompleto. Inutile cullare sogni di gloria

Salvatore Bagni è sempre stato un inguaribile ottimista. Ma questa volta è proprio andato oltre ogni limite: è bastato che diventasse ufficiale l’acquisto del misconosciuto Anguissa per fargli dichiarare che il Napoli è da scudetto. Anzi a sentirlo quasi il campionato...

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0 prima vittoria dell’era Spalletti

Napoli-Venezia 2 a 0, prima vittoria dell'era Spalletti nel giorno del suo battesimo al Diego Armando Maradona e finalmente ritornano i tifosi allo stadio. Napoli-Venezia è anche la prima partita di Spalletti, da allenatore del Napoli, nell'impianto di Fuorigrotta...

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Eriksen e l’errore dell’Uefa

Il sorriso stanco di Eriksen su un volto ancora visibilmente sofferente è l’ennesimo campanello d’allarme all’Uefa ed al suo presidente, Ceferin, di una situazione ormai arrivata al limite per come l’organismo di Nyon sta gestendo il calcio europeo. Ceferin dopo la...

Confessioni di una mente geniale

Confessioni di una mente geniale

Dopo mesi di silenzio stampa, finalmente il presidente del Napoli torna a parlare. E lo fa a modo suo Finalmente una reazione, un cenno di vita c’è stato. Non del Napoli ma del suo proprietario che s’è “confessato”, si fa per dire, al “Passepartout Festival” di Asti....

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League

Napoli fuori dalla Champions League, bruttissima prestazione dei ragazzi di Gattuso che non riescono a battere il Verona, 1-1 e i bianconeri ringraziano. Napoli fuori dalla Champions League - Tensione alle stelle al Maradona di Fuorigrotta, dai primi minuti del match,...

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli, tre punti per sognare il futuro

Napoli-Verona: gli azzurri giocano per non rovinarsi la Champions e le vacanze; motivi più convincenti di ogni modulo tattico. Difendendo il quarto posto dalla Juventus, posizione appena conquistata a dispetto di Cassandre e menagrami, Gattuso e i suoi avranno...

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te