Manovra fiscale: cosa fare? Ma è vero? C’è la pace fiscale?

da | Ott 15, 2018 | Rubrica Fiscale | 0 commenti

a cura di Angelo Pisani*

Il caos da mesi regna sovrano, mentre il fisco e le banche procedono noncuranti alle esproprazioni sulla pelle dei debitori illusi dalla pace fiscale

Quante chiacchiere e confusione, al vento le promesse fatte ai tartassati cittadini in campagna elettorale, ma ora i contribuenti più che mai hanno necessità di urgente chiarezza e soluzioni idonee al disastro finanziario che sviluppa giorno dopo giorno in ogni famiglia ed impresa economica del paese, mentre i politici fanno e disfano programmi e comunicati.
Doveva esser il weekend della pace fiscale invece ancora nulla, ma dobbiamo  affrontare subito alcune questioni che bloccano l’esplodere di ogni business e frenano la serenità delle famiglie italiane. Prima che sia tropo tardi bisogna intervenire sul serio e capire casa possibile fare spiegandolo ai milioni di italiani che aspettano la famosa pace fiscale  .
Ad oggi iniziano a trapelare sempre e solo dettagli sulla nuova manovra fiscale di cui il Governo sta varando le modalità di attuazione.
Al centro del dibattito ci sono Pace Fiscale, Flat Tax e Rottamazione Ter che toccherebbero da vicino tutti gli imprenditori, le aziende e i professionisti al centro delle azioni di ex Equitalia oggi Agenzia delle Entrate Riscossione; pur mancando l’ufficialità la manovra, secondo quanto riportato da alcune agenzia di stampa, varrà 37 miliardi, 22 dei quali finanziati dal maggiore deficit.
Questi numeri si riferiscono al 2019 e sono stati illustrati dal Ministro dell’Economia, Giovanni Tria, alle commissioni Bilancio di Camera e Senato riunite ieri a Montecitorio.
Purtroppo sembra che non ci sia alcuna buona notizia per i contribuenti tanto illusi dalle promesse e slogano della politica , c’è un nuovo dubbio che, purtroppo, come sta accadendo in questi giorni senza nessuna sospensiva ed attesa da parte del Fisco, ci saranno tante azioni mirate per il recupero del credito attraverso pignoramenti, ipoteche, fermi amministrativi e intimazioni di pagamento, tutti quegli strumenti micidiali che già hanno messo ko e terrorizzano i contribuenti italiani .
I limiti e modalità che sarebbero posti all’accesso alla Pace Fiscale e quelli ancora più stridenti della Rottamazione Ter restituiscono la piena consapevolezza che i soldi per coprire la manovra potrebbero non esserci.
Per il Ministro Tria, infatti, l’avvio della prima fase della Flat Tax varrà 0,6 miliardi nel 2019 (poi 1,8 nel 2020 e 2,3 nel 2021) ma a lui replica Matteo Salvini che quantifica questa somma in “un miliardo e 700 milioni”, quindi quasi il triplo.
Purtroppo, questa gente non si rende conto che si gioca sulla pelle dei cittadini, si distrugge finanche la speranza di potere ripartire e si mina definitivamente qualsivoglia rapporto tra Stato e cittadino. Siamo alle solite e se è vero che “i conti non tornano”, è vero anche che in qualche modo vanno fatti quadrare e bisogna in ogni modo difendere i propri diritti senza aspettarsi regali dalla politica degli annunci. . I poteri forti tentano comunque di recuperare il più possibile grazie ai crediti nelle mani dell’Agenzia delle Entrate Riscossione , noi dobbiamo evidenziare resistere e far venir fuori a tutti i vizi di forma, procedura e difetti di notifica che possono rendere annullabili le cartelle esattoriali senza cadere dalla padella alla brace .
Non ci resta che continuare a combattere per salvare la vita e le tasche di tanti cittadini ed imprenditori strozzati dai poteri forti ed attaccati da cartelle a dir poco pazze, dobbiamo contestare e far annullare procedure esecutive, addebiti e cartelle non dovute senza attendere l’attuarsi di ipotesi, speranze e promesse politiche. Senza dubbio non vale la pena rottamare e rateizzare senza prima controllare e valutare le pretese del Fisco, ogni cartella esattoriale, ipoteca, pignoramento e/o fermo amministrativo potrebbero essere annullati senza morire di speranza e di crisi economica rispetto ad una pace fiscale che mira solo ad arricchire i bilanci della burocrazia .
Prima che sia troppo tardi si consiglia a tutti gli italiani di impugnare addebiti esattoriali  e farli valutare e verificare da una professionista competente o da un  Giudice prima di pagare ad occhi  chiusi abboccando all’amo della pace fiscale  .
*(avvocato presidente di Noi Consumatori)
Reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è stato un punto focale della campagna del M5s e potrebbe vedere la luce nel 2019. E’ rappresentato da un contributo monetario che lo Stato garantisce alle famiglie in difficoltà che non percepiscono reddito o con redditi molto bassi, in...

Piano nazionale Industria 4.0: incentivi fiscali

Piano nazionale Industria 4.0: incentivi fiscali

Industria 4.0, anche detta quarta rivoluzione industriale, è il fenomeno più quotato del momento in tema di innovazione, definito, pertanto, come il processo che porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa. In Europa sono scattati una...

Nuove imprese a tasso zero

Nuove imprese a tasso zero

“Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo, promosso da Invitalia, per i giovani tra i 18 e i 35 anni e le donne, in tutta Italia, che vogliono diventare imprenditori. In caso di compagine societaria, la maggioranza numerica e delle quote dovrà essere composta da...

Beni strumentali: la “Nuova Sabatini”

Beni strumentali: la “Nuova Sabatini”

Istituita dal decreto-legge n. 69-2013, la Nuova Sabatini è l’agevolazione messa a disposizione dal MISE con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. La misura sostiene gli...

E-commerce: obblighi fiscali per l’apertura.

E-commerce: obblighi fiscali per l’apertura.

Oggi l’E-commerce rappresenta una grande opportunità di business, per di più associato al Social Commerce, ovvero sfruttando la sinergia dei social network per la vendita grazie all’interazione tra utenti e allo scambio di feedback. Ma se da un lato è vero che,...

Deduzioni e detrazioni: quali differenze.

Deduzioni e detrazioni: quali differenze.

Spesso si crea confusione tra spese deducibili e spese detraibili, ma in realtà, deduzione e detrazione non sono sinonimi. Le detrazioni fiscali, o gli oneri detraibili, sono quelle spese che possono essere sottratte direttamente dall’importo delle imposte da pagare,...

Crowdfunding: una forma di finanziamento in espansione

Crowdfunding: una forma di finanziamento in espansione

Il 'crowdfunding' è un particolare tipo di finanziamento collettivo che, sfruttando le potenzialità di Internet, consente a coloro che hanno delle idee o delle necessità, ma non i tutti i fondi per realizzarle o soddisfarle, di provare ad accedere a risorse economiche...

Artigiancassa: cos’è e cosa fare

Artigiancassa: cos’è e cosa fare

Il Prestito Artigiancassa è un tipo di finanziamento a tasso fisso o variabile, destinato all'acquisto di beni e servizi strumentali all’attività d’impresa e destinato all'impresa artigiana. Si definisce impresa artigiana quella in cui vengono creati dei manufatti e...

Il 5 per mille come funziona?

Il 5 per mille come funziona?

Tutti conoscono il 5 per mille, ma come funziona? Ecco in cosa consiste e i due modi per devolverlo Si sente tanto parlare del 5 per mille, ma non tutti gli italiani ne comprendono appieno il significato, cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza. Che cos’è il 5...

2019: addio alle detrazioni fiscali per l’edilizia?

2019: addio alle detrazioni fiscali per l’edilizia?

Nella legge di bilancio 2019 potrebbe essere avviato il tanto temuto taglio delle agevolazioni fiscali, frutto dell’introduzione della flat tax. La revisione del sistema fiscale porterà, inevitabilmente, ad una revisione delle deduzioni e detrazioni ad oggi in essere...

SPID obbligatorio entro il 2018

SPID obbligatorio entro il 2018

SPID è l’acronimo di sistema pubblico di identità digitale e consente l’accesso ai servizi online delle pubbliche amministrazioni. L’Agenzia delle Entrate ha reso noto che, entro il 2018, i contribuenti dovranno adeguarsi al nuovo sistema, in quanto le credenziali...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te