Teatro Bolivar, presentata la stagione 2018/2019. Il nuovo direttore artistico è Emilio Fede

da | Set 30, 2018 | Cultura&Spettacolo | 0 commenti

Emilio Fede alla guida della nuova stagione artistica dello storico teatro di Materdei

Metterò la mia lunga esperienza come giornalista per creare dibattiti ed incontri a carattere socialeNapoli è uno spettacolo sul quale non calerà mai il sipario“. Ha dichiarato così il noto giornalista Emilio Fede, da quest’anno direttore artistico del Teatro Bolivar, nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova stagione, tenutasi lo scorso 21 settembre nella sala di via Bartolomeo Caracciolo, al rione Materdei.

Un cartellone di eventi ricco e variegato che si aprirà il 6 ottobre con l’incontro con Teplitz a cura di Gianluca Blasio e Pier Carmine Garzillo per la rassegna Musicale  Note d’Autunno-Ottobre in musica che si concluderà definitivamente  il 4 novembre con il concerto di Bruno Bavota.

Gli spettacoli teatrali cominceranno invece il 10 novembre con Jazz in rehab  Il 14 novembre sarà la volta di Variando il varietà, a cura della compagnia teatrale “Era… Napoli” e a seguire il il 17 e il 18 Brodway. . Dal 30 novembre al 2 dicembre la compagnia “Il nostro teatro” porterà in scena Assurdo ma vero.  Tanti gli appuntamenti anche a dicembre: l’8  Musical di Fabio Busiello con la Compagnia d’Oriente; dal 14 al 16 Zingari – atto II, e il 21 The double. Gennaio si aprirà con Natale in casa Cupiello nelle giornate del 5 e del 6, e Canto Napoletano a cura di Mario Maglione e Marcello di Panamagroup in scena il 10. La seconda metà del mese vedrà il 18, 19 e 20 Caviale e lenticchie e il 26 e il 27 Caro Eduardo, j’e resto cca. Il 9 e il 10 febbraio sarà la volta di Il filo rosso di Prometeo; si proseguirà con Non c’ è 2 senza 3 il 22,  e il 23 con il Concerto Orchestra San Giovanni con il Maestro Keith Goodman e il pianista Massimo Tomei.
Marzo vedrà il 9 e il 10 Olga di carta, il 15, il 16 e il 17  Un incubo in cucina,  il 23 e il 24 Blue box e il 30 e 31 Magici napoletani con Vincenzo Merolla.  Ad aprile sul palco del Bolivar andranno in scena  Re Ferdinando di Borbone e Pulcinella per la regia di Giampiero Notarangelo nelle serate del 6 e del 7 aprile e Salone Margherita il 13 e il 14. Chiuderà definitivamente la stagione Il berretto a sonagli della compagnia “Il nostro teatro” in programma per il 3 e il 4 maggio.

Non solo spettacoli però ma anche presentazioni di libri, mostre, corsi di danza incontri e dibattiti di carattere sociale nel nuovo progetto Bolivar Lab immaginato dal nuovo direttore artistico. Previsto inoltre un corso per formare nuovi comici, seguendo la tradizione partenopea che vede i campani tra gli attori maggiormente dotati in quest’ambito artistico.

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

Mantenimmo pubbleco ’stu ciardino antico

’A Giunta vo’ affidà ê private ’o vverde d’ ’a Villa Cummunale Doppo paricchio tiempo, ’ncopp’ê giurnale napulitane se parlaancora d’ ’aVilla Cummunale. L’urdema volta fuje quanno ’o presidente De Luca facette chiudere parche e cciardine, comme si spannere ’o virusse...

Napoli celebra il “divin poeta”

Napoli celebra il “divin poeta”

La mostra “Divina Archeologia” a settembre al Mann ricorderà i 700 anni dalla morte di Dante In tutta Italia si celebrano quest’anno i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, il “divin poeta” reso immortale dai versi della Divina Commedia. E non solo. Anche a...

La scuola dei giusti nascosti

La lettura di questa settimana riprende il genere della narrativa con un romanzo di formazione scritto da Marcello Kalowski, “La scuola dei giusti nascosti”, pubblicato lo scorso anno dalla casa editrice Besa. Due ragazzine sono le protagoniste che animano la storia,...

Un concerto per il principe

Un concerto per il principe

Ricordo in musica, on line, per i 250 anni dalla morte di Raimondo di Sangro La pandemia sta assestando un colpo durissimo alla cultura. Ma per fortuna non tutto tace. Sabato, stasera, alle 19.30 un concerto on line aprirà le celebrazioni per i 250 anni dalla morte di...

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

Ecco chi ha fatto grandi i Borbone

In libreria il volume di Paolo Mastromo che ripercorre l’epoca dei progetti e delle scienze meridionali Un ritorno alla storia rappresenta la lettura di questa settimana. Il saggio I Napoletani che hanno fatto grandi i Borbone è un piacevole libro di Paolo Mastromo,...

La storia di Bagnoli in una mostra online

La storia di Bagnoli in una mostra online

Era nata per essere allestita alla Casina Pompeiana, per poi essere convertita in progetto digitale a causa del perdurare della pandemia. E la storia di un sito attraverso centinaia di documenti, come le immagini del progetto utopistico redatto dall'urbanista...

Il corto contro il bullismo omofobo

Il corto contro il bullismo omofobo

“A modo mio” di Danilo Rovani, prodotto da Itinerari di Napoli, è ispirato ad una storia vera “A modo mio” è il cortometraggio di Danilo Rovani con Cosimo Alberti e Denise Capuano, prodotto da Itinerari di Napoli di Massimiliano Sacchetto e Carmela Autiero...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te