Un meraviglioso Napoli mette ko il Toro

da | Set 24, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

Calcio. Sontuosa vittoria degli azzurri in casa del Toro. Formazione inedita con Verdi, Rog e Luperto che non delude

Salve, il mio nome è Nkoulou e significa tornado: Mi faccia il piacere. E questo Napoli che si è abbattuto sulla Torino granata, come vogliamo chiamarlo allora! La tempesta perfetta, quasi. Povero Toro matato nella sua arena. Con quei due lì davanti che vorrebbero far passare come i nuovi gemelli del gol. Graziani e Pulici erano un’altra cosa. E avevano accanto Claudio Sala il poeta del gol. Belotti e Zaza sperduti e perduti nelle secche della difesa azzurra. Il primo s’è visto solo quando ha calciato il rigore alle spalle di Ospina. Il secondo almeno ha lottato, cercato di farlo. Napoli meraviglioso per i primi trenta minuti. Con l’ennesima formazione a sorpresa. Titolari: Luperto, Rog, Mertens e Verdi. Il croato accanto a Marekiaro. Lì davanti, i tre più uno. Intercambiabili, frizzanti, tecnici, imprevedibili. In mezzo e nella coda del match, cambi di sostegno e finale col quattro-quattro-due. L’idea geniale, come l’amica della Ferrante, portata avanti come un mantra. Lorenzinho punta col vizio del gol. Scommetto che il little big man di Frattamaggiore avrà borbottato quando Sopracciglio Alzato, col suo parlare pacioso, gli avrà detto la prima volta: Lorenzì, lascia la fascia sinistra, sai che grandi campioni hanno sofferto lì la solitudine e va dove ti porta l’istinto. Ci provo mister, avrà ubbidito con riserva il piccoletto sempre più bomber anche se tascabile. E sono quattro, con la doppietta al Toro. Primo sigillo favorito da Moretti e Nkoulou il tornado in respinta flipper. Ma intanto al posto giusto devi esserci. Secondo centro con palo schizzato dopo palo pieno di Callejòn e anche in quel frangente lì devi esserci. Sopracciglio Alzato che conosco dai tempi in cui era il secondo di Righetto Sacchi è come un capo indiano, saggio e paternamente convincente.

Dicevano: ma Verdi potrà mai giocare in una posizione che richiede anche i polmoni? Certo, possibile. E l’ex bolognese ha pure avviato e concluso l’azione del raddoppio. E Sopracciglio Alzato avrà tuonato: son tornati verdi i miei pascoli celesti. Poverino il Mazzarri delle manìe compulsive: ma che guardi a fare l’orologio ogni due secondi. Lo faceva anche a Napoli, ma aveva il tempo di veder segnare Lavezzi e Cavani. Criticonzi di giornata a dire che sì, però, in avvio di ripresa s’è concesso qualcosa di troppo alle velleità di rimonta dei granata. In campo, lor signori sappiano, ci sono anche gli avversari. Elementare, Watson. Sempre troneggiante, ma falloso oltre il limite gigante Koulibaly che s’è beccata un’ammonizione evitabile. Napoli in definitiva sontuoso e che in certi tratti degli albori del match m’ha ricordato certe movenze del grande Brazil, quello di Pelé. Subito entrato in sintonìa con la napoletanità, anche quella spiccia, Carletto mescola di continuo le carte e fa impazzire gli avversari. Che non sanno mai quale tipo di Napoli si troveranno davanti. Una sorpresa per tutti, ogni volta. Questa vince e questa perde. Già, ma la carta buona, solo lui sa dov’è.

Due vittorie per l’Europa che conta

Due vittorie per l’Europa che conta

Il lavoro di Gattuso, nonostante difficoltà e critiche, ha aperto il ciclo del Napoli che verrà C’è un proverbio napoletano che recita testualmente “Chi fraveca e sfraveca nun perde maie tiempo”. Cioè, chi costruisce e poi si trova a dover abbattere quello costruito,...

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l’Udinese, al Maradona finisce 5-1

Il Napoli strapazza l'Udinese, al Maradona finisce 5-1, azzurri al secondo posto in attesa delle sfide di domani. Il Napoli strapazza l'Udinese - Dopo essersi insediati in zona Champions, gli azzurri cercano di consolidare la posizione in classifica, Gattuso schiera...

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te