Milik la chiave per il trionfo con la Viola. Il Napoli ha vinto ancora grazie ai cambi

da | Set 17, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

Calcio. L’ingresso dell’attaccante polacco è risultato decisivo per il successo contro la Viola. Hamsik in crescita

Dopo la sosta per la Nations League, il Napoli batte la Viola in rosso e si attesta a quota nove punti. In alta classifica, dove è sempre stato in questi ultimi anni. Senza cinesi più o meno farlocchi, senza americani più o meno spendaccioni, senza le strutture moderne in mezzo al verde della campagna inglese che hanno affascinato zio Maurizio, l’artefice di un modo di esprimersi in campo che è finito nei dizionari: sarrismo. Carletto dei cinque mondi ha più o meno detto: me ne frego. Perché a lui piace cambiare, mutare assetti in corsa, far sentire tutti uguali ed importanti alla causa. Più vicino alla filosofia del Max bianconero che all’ex maestro Sarri che ha la fissa dei droni, delle movenze ripetute fino all’ossesso, degli undici più altri tre e quasi sempre gli stessi. Non era semplice venire a capo della giovane Fiorentina di Pioli che ha anche da recuperare il match con la Sampdoria, rinviato per la tragedia del ponte Morandi, un’opera da ricostruire al più presto e finita per ora in un plastico esibito in tv, davanti a a personaggi dai sorrisi inqualificabili. Secondo sigillo di Insigne su assist in telligente del colosso Milik che, giustamente, gode della stima e fiducia del tecnico.

Non c’è più il solo Mertens al centro del villaggio azzurro. E non è un caso che si sia venuto a capo del match dopo l’ingresso in campo del possente polacco. I cambi ancelottiani hanno via via cambiato assetto alla squadra, migliorandola. Il peperino Ounas per lo stremato Callejòn, il giusto innesto di Rog per Lorenzino che aveva apposto il sigillo e che Carletto ha baciato sulla fronte, scatenando commenti da libro Cuore da parte degli skyisti del troppo che storpia. Napoli mutevole come i serpenti che cambiano pelle. Col quattro-quattro-due camuffato in avvio in fase di contenimento e con Insigne centrale in fase propositiva e Mertens largo, per finire con una sorta di quattro-uno-quattro uno nel finale. Sempre senza rigidità alcuna. Perché le percussioni di Zielinski si son viste in ogni frangente. E in fase d’attacco gli azzurri si sono proposti con mobilità ed armonia. M’è piaciuto molto Hamsik. Evidentemente, nello scrivere la sua biografia ha ripassato i fulgidi momenti che ha vissuto e che non poteva certo dimenticare. Passo felpato e visione di gioco, un paio d’inesattezze in tanta bellezza ed utilità. Così come continua ad affascinare Zielinski che ha un passo arrembante e lieve nel contempo. Il polacchino è decisamente super. Meno decisivo del solito Allan che ha finito sui garretti perché comunque sia corre per due.

Ha mostrato sicurezza Karnezis che sullo zero a zero ha salvato su Eysseric. Non m’ha convinto la prestazione di Koulibaly gigante d’ebano. Stia attento Kalidou, troppi colpi gratuiti agli avversari, anche con le braccia. In Champions, con arbitri inflessibili, rischierebbe l’espulsione. Archiviata la pratica viola con il colpo di Insigne, ma perlomeno altri due gol erano stati mandati alle ortiche. Dallo stesso Insigne e da Hamsik. Ed ora mente, cuore e garretti per la prima trasferta europea, in quel Marakana di Belgrado che fa tremar le vene e i polsi. Bari è lontano. Ci sarà anche Aurelio Primo ad assistere al match con la Stella Rossa. O no?

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions

Il Napoli doma il toro e aggancia la zona Champions, ottima prestazione degli azzurri che risolvono la pratica nei primi 15 minuti, poi in fase di gestione sfiorano il terzo gol in più di dieci occasioni. Il Napoli doma il toro, gli azzurri riescono a spuntarla con la...

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, al Diego Armando Maradona finisce 5-2

Manita del Napoli, Lazio battuta 5-2, in gol Insigne, Politano, Insigne, Mertens e Osimhen, per gli ospiti in gol Immobile e Milinkovic Savic. Manita del Napoli - Il Napoli deve provarci a tutti i costi, davanti frenano un pò tutte tranne la Juventus, ma la Lazio è...

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Napoli-Inter: Conte-Gattuso, una sfida nella sfida

Notte di stelle a Fuorigrotta tra Napoli e Inter. E di paradossi strani per Conte e Gattuso i loro allenatori, dalle stelle alle stalle in due mesi. Tra i paradossi del calcio di questa stagione a dir poco strana c'è il fatto che l'uscita dell’inter dalla Champions...

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions

Il Napoli riprende la marcia verso la Champions, sconfitta la Sampdoria grazie ai gol di Fabian Ruiz ed Osimhen nel finale. Il Napoli riprende la marcia verso la Champions League, dopo la prestazione di mercoledì contro la Juventus, dove per la squadra partenopea è...

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all’Allianz Stadium

Il Napoli molla i 3 punti all'Allianz Stadium, due dormite difensive regalano il doppio vantaggio ai bianconeri, nel finale accorcia su rigore Insigne ma non basta. Giallo allo stadium, dov'è finita la sala VAR? Allianz Stadium - In scena il tanto tormentato e...

Una panchina per tre

Una panchina per tre

Giorni di valutazioni, di contatti e di futuro. Il Napoli squadra è fermo, causa sosta Nazionale, il Napoli dirigenziale è attivo, molto attivo. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Molti, troppi (alcuni davvero fantasiosi) i nomi venuti fuori in...

Questa volta benedette Nazionali!

Questa volta benedette Nazionali!

Sono tornati tutti gasati gli azzurri prestati alle rappresentative delle loro patrie Questa volta De Laurentiis e Gattuso non possono lamentarsi. Le altre volte lo hanno sempre fatto, soprattutto il presidente, e avevano le loro sacrosante ragioni. Ma ora...

Il Napoli è ora equilibrato

Il Napoli è ora equilibrato

Dopo le due vittorie in trasferta, servono conferme nelle ultime 11 partite Diversamente da De Laurentiis, Gattuso mi ha subito ispirato simpatia e, da allenatore, fiducia. Non solo per la Coppa Italia vinta ma per la brutta gatta da pelare che s’era preso succedendo...

Ma Gattuso era così scarso?

Ma Gattuso era così scarso?

Non è Rinus Michael’s, Cruyff o Fergusson ma è un tecnico completo ed affidabile Sembra proprio che il Napoli si sia svegliato dal letargo invernale con relative amnesie di gioco. L’arrivo ormai imminente della primavera preoccupava i tifosi soprattutto per il...

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

Ritorna Lozano, l’ultimo gioiello

È pronto a ripartire ma la sua assenza, che è durata ormai più di un mese, è stranamente passata sotto silenzio rispetto a quelle di Osimhen e di Mertens. Eppure Hirving Lozano, al momento dell’infortunio, era il vero goleador del Napoli, il valore aggiunto di una...

Il Napoli gioca già sul mercato

Il Napoli gioca già sul mercato

Il ds Cristiano Giuntoli è al lavoro per progettare la squadra del futuro: ecco i nomi sul suo taccuino In questo particolare momento della stagione esistono due Napoli, quello che sul campo tenta di centrare l’accesso alla prossima Champions e quello che lavora per...

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, decide un gol di Politano

Azzurri vittoriosi a San Siro, tre punti fondamentali conquistati contro la seconda in classifica, decide un gol di Politano che rilancia il Napoli in classifica, 10 punti nelle ultime 4 partite e zona Champions a -2 con una partita in meno. Gli azzurri arrivano alla...

Dodici puntate alla fine del romanzo

Dodici puntate alla fine del romanzo

Gattuso deve guidare il Napoli alla conquista di un posto in Europa, possibilmente in Champions League Cessate le antiche turbolenze, dimenticati - per ora - i velenosi e traditori contatti del presidente con altri allenatori dopo la “fatal” Verona, e stoppate...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te