Addio a Philip Roth, il gigante della letteratura americana

da | Mag 23, 2018 | Cronaca, Cultura&Spettacolo | 0 commenti

 Roth, la grande voce d’America, l’autore di opere quali Pastorale Americana o Lamento di Portnoy, si è spento all’età di 85 anni a New York

«Ho bisogno di una realtà, mi basta strofinare due pezzi di realtà insieme per dare vita ad un fuoco di realtà»

Si è spento la scorsa notte all’età di 85 anni per insufficienza cardiaca in un ospedale di Manhattan Philip Roth, la grande leggenda della letterarura statunitense, l’autore di capolavori indimenticabili Pastorale americana e Lamento di Portnoy, La macchia umana, Complotto contro l’America, solo per citarne alcuni.

Nato nel 1933 nel New Jersey, discendente di una famiglia americana, conseguì la laurea alla Bucknell University e un master in letteratura inglese all’Università di Chicago.

Sesso, morte, religione, morale i temi al centro delle sue produzioni, capolavori capaci di raccontare l’uomo, la società, l’identità, di influenzare tutta la letteratura del secondo dopoguerra e di farlo in modo “universale”, come lo stesso Roth ha sempre dichiarato: «Non scrivo in ebraico, scrivo in americano».

Vincitore dei più grandi premi letterari, del Pulitzer nel 1998, del Man booker international prize nel 2011, ma mai del Nobel.
Nel 2012, dopo due anni dal suo ultimo romanzo, Nemesi, Roth aveva annunciato di voler abbandonare la scrittura perché incapace di combattere la frustrazione che caratterizza il processo creativo, dichiarando quindi sul quotidiano francese Libération: «Raccontare storie, una cosa che è stata preziosa per tutta la mia vita, non è più centrale. È strano, non avrei mai immaginato che una cosa del genere potesse accadermi».

E pperò…

E pperò…

Doppo Pasca ’o core s’arape â speranza… “Doppo Pasca, vieneme pesca”, se diceva anticamente, pe ffa capì ca ’e ccose, dopp’ ’a risurrezione, pônno sulo cagnà e nniente po’ essere comm’apprimma. E pperò…’a situazzione sanitaria nu’ ppare overamente cagnata manco doppo...

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Assarmatori, mezzo miliardo per rinnovare la flotta dei traghetti

Positive indicazioni dalla sessione plenaria svoltasi questa mattina organizzata dal Ministro Giovannini. Soddisfazione del Presidente Stefano Messina per l’accoglimento della proposta Mezzo miliardo di Euro per favorire il rinnovo e il refitting della flotta italiana...

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

Arenella, iniziati i lavori in via Giacinto Gigante

l’Assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente, l’Assessore alla  Viabilità Marco Gaudini e il Presidente della Municipalità 5 Paolo De Luca hanno presenziato  all’avvio del cantiere in Via Giacinto Gigante  dove sono partiti i lavori per la manutenzione...

Premio Filangieri, ci siamo

Premio Filangieri, ci siamo

di Federico Marone Dalle bellezze del passato alla street art: via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia Premio Filangieri, via alla terza edizione del concorso nazionale di poesia e fotografia promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e...

“Pasca e Nnatale”

“Pasca e Nnatale”

Doppo n’anno nun se vede ancora na…risurrezzione Ce sta na bella puisia cu ’stu titulo scritta ‘a Eduardo De Filippo. M’è vvenuta a mmente penzanno a cchesta nosta siconna Pasca d’ ’o Covizzoico, l’epuca d’ ’o virusse c’ ’a curona, ancora cchiù munarchico ‘a quanno è...

Violenza sulle donne, il segnale di sos

Violenza sulle donne, il segnale di sos

di Cinzia Rosaria Baldi * #SignalForHelp: l’hashtag indica il pericolo di violenza Sembra quasi un saluto, le quattro dita aperte verso l’alto con il pollice della mano piegato verso il palmo, poi di seguito le quattro dita si chiudono: è il segnale in codice per...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te