stadio san paolo, de magistris, de laurentiis, offerta, maxischermo
Tempo di lettura: 2 minuti

Stadio San Paolo, previsto un Maxischermo in vista delle Universiadi.

In occasione dell’inizio delle Universiadi, la Fisu (commissione tecnica della Federazione Internazionale Sport Universitari) ha fatto visita al San Paolo per apportare alcune modifiche: è stata richiesta l’installazione di un maxischermo in cura A. Il dispositivo potrebbe essere mobile o permanente, ed è previsto che accompagnerà l’Olimpiade Universitaria per tutto il corso dei 5 giorni. Inoltre, sempre secondo quanto riporta il Mattino, è stato valutato di intervenire per rimuovere la rete di protezione e alcuni pannelli divisori (tra la tribuna Posillipo ed il settore ospiti).

Fondamentale eseguire degli interventi al San Paolo affinché venga concessa la licenza Uefa, altrimenti la squadra del Napoli sarà costretta a giocare la Champions League al Renzo Barbera. E le dichiarazioni dell’assessore comunale allo sport, Ciro Borriello, lasciano ben sperare:

“E’ con viva soddisfazione che accogliamo il felice epilogo dell’accordo col Credito Sportivo e dell’erogazione di accredito che sarà data per i lavori di ristrutturazione dello Stadio San Paolo. Un percorso che non ha avuto difficoltà o remore di continuità di interlocuzione fra le parti, ma che ha dovuto fare i conti con una tempistica legata a fatti oggettivi, come il fermo elettorale e la ripartenza amministrativa. A solo una settimana dall’approvazione del Bilancio in Consiglio Comunale, che ha visto tutti d’accordo nel votare la delibera del piano triennale dei lavori pubblici per la ristrutturazione dello Stadio San Paolo, pensiamo ad una continuità di linea ed indirizzo, che partendo dal grande evento delle Universiadi, che sarà al centro della città sportiva e non solo, proceda anche con un piano di riqualificazione e di rilancio degli impianti sportivi della periferia. Obiettivo e prerogativa primaria di questa amministrazione e di questo Assessorato. Oggi, intanto siamo contenti di poter dire ai tanti appassionati e tifosi della squadra del Napoli, che i lavori partiranno con questo primo accredito di fondi, e che si concluderanno entro il 2017, al fine di rendere sempre più lo stadio San Paolo all’altezza della storia e della bellezza dei suoi tifosi”.