Esclusiva – La festa di Pepe Reina raccontata da un suo amico

da | Mag 9, 2018 | Calcio Napoli | 0 commenti

A raccontarci la festa di Pepe Reina è Mario Cavallaro fashion stylist campano.

Abbiamo incontrato Mario Cavallaro, fashion stylist campano conosciuto negli ambienti di moda che contano tra Roma e Milano, amico di Peppe Reina e della moglie Yolanda. Mario ci ha raccontato di aver conosciuto la famiglia Reina tramite amici in comune. Ci descrive la famiglia del portiere spagnolo come una grande famiglia che spesso ama organizzare serate con gli amici, curando i minimi dettagli e coccolando gli ospiti.

 

La torta della festa di Pepe Reina

Mario continua parlando della famiglia Reina dicendo che per loro, Napoli è una seconda casa, sono sempre stati in giro vivendo la cittĂ  a 360 gradi e invitando molto spesso i loro numerosi amici e parenti in cittĂ . Arriviamo quindi alla serata d’addio di Pepe, e Mario ci racconta della festa tutta in stile “flamenco” con un’orchestrina spagnola venuta per l’occasione dal loro paese, una festa organizzata interamente dalla Signora Reina, donna eccellente e mamma straordinaria che ha curato l’evento nei minimi dettagli. Una festa in onore di un grande uomo, dentro e fuori dal campo, un punto di riferimento per tutta la squadra. Una serata passata a divertirsi, ballando con tutti gli amici di squadra e non. Un velo di tristezza è sceso sulla serata quando, la moglie di Pepe, con un video-documentario, ha ripercorso la storia di Reina a Napoli, facendogli giungere i videoauguri di alcuni campioni del mondo del calcio, come Cannavaro dalla Cina, Sergio Ramos dalla Spagna e altri amici, un momento emozionante e bellissimo.

 

Alla fine ci sono stati i fuochi pirotecnici che hanno chiuso la serata, consegnando a Pepe un posto speciale nel cuore di molti amici e di molti napoletani. Si conclude il nostro incontro con Mario che ci dà una splendida notizia: Lorenzo Tonelli il 21 maggio si sposerà in Sicilia, quindi tutta la squadra il giorno dopo la fine del campionato, si ritroverà in Sicilia per un bellissimo evento.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te