Le professioni dello Spettacolo, le prospettive

da | Apr 17, 2018 | Cultura&Spettacolo | 0 commenti

AVANTI C’È POSTO! Ci sono interessanti prospettive per quanti intendono intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo. È in incremento la richiesta di professionalità vecchie e nuove. La creatività registra un’attenzione crescente anche a livello normativo. C’è grande fermento pure sul territorio campano. Per alcuni settori si raccolgono frutti del lungo lavoro di enti e associazioni preposti.

Delle opportunità crescenti, degli strumenti legislativi dedicati, della rivoluzione profonda dovuta allo sviluppo delle nuove tecnologie digitali, delle nuove professioni, delle politiche di investimento, della ricaduta occupazionale si parlerà domani nel corso dell’incontro su ‘Le professioni dello Spettacolo. Le prospettive’ che si terrà alla Federico II.

L’appuntamento è mercoledì 18 aprile alle 11 nella sede storica dell’Ateneo. Al tavolo Giancarlo Alfano, coordinatore del Corso di Laurea in Discipline della Musica e dello Spettacolo. Storia e Teoria, ha riunito Rosanna Purchia, general manager del Teatro di San Carlo, Maurizio Gemma, direttore Film Commission Campania, Tommaso Rossi, musicista e direttore artistico associazione Alessandro Scarlatti, Giuseppe Colella, presidente Coordinamento Festival Cinematografici Campani, Luigi Barletta, documentarista e docente Tecniche di ripresa audiovisiva, e Domenico Matania, co-founder Napulitanat.

L’iniziativa è un’occasione per presentare a tutti, e in particolare agli studenti della Federico II interessati alle attività del mondo dello spettacolo, il sistema del lavoro e le prospettive che si aprono oggi a chi intraprende una carriera professionale nell’ambito dello spettacolo, musicale, teatrale, dell’audiovisivo.

Proprio a questo scopo si è deciso di mettere fianco a fianco i responsabili di alcune delle maggiori Istituzioni dello spettacolo in Italia e gli operatori che lavorano nell’ambito delle produzioni indipendenti e delle associazioni culturali.

Gli operatori che si occupano della produzione, l’organizzazione, il supporto e la diffusione dello spettacolo sono infatti estremamente diversificati. Si tratta di un mondo professionale caratterizzato da grandi pulsioni dinamiche, in cui l’inventività e il cambiamento sono elementi di primo rilievo.

L’iniziativa sarà aperta dai saluti di Arturo De Vivo, Prorettore dell’Università Federico II, e di Edoardo Massimilla, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Ateneo.

L’incontro si terrà è mercoledì 18 aprile, alle 11, nell’Aula Pessina, presso l’edificio centrale, in corso Umberto I, 40, a Napoli.

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

“Ferito a morte” di Raffaele La Capria

Ferito a morte è uno di quei libri che, grazie alla vita propria dell’opera d’arte, rappresenta  aspetti psicologici e sociologici che trascendono la volontà dell’autore medesimo. Parliamo dunque della seconda, e più nota opera, dello scrittore napoletano Raffaele La...

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

Neapocalisse di Jean-Noël Schifano

  Un altro straordinario ritratto di Napoli è l’oggetto del “classico” di questa settimana, parliamo di Neapocalisse saggio sociologico dal solido impianto narrativo, pubblicato a Napoli nel 1990. L’opera invero risaliva al decennio precedente frutto della...

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

“Musicista in pochi decenni” di Francesco Libetta

La recensione di questa settimana riguarda il denso quaderno di appunti di un grandissimo pianista e compositore meridionale il quale, poco più che cinquantenne, appartiene all’olimpo dei classici del pianismo mondiale. Parliamo di Francesco Libetta, grande musicista...

Lo cunto de li cunti

Lo cunto de li cunti

Il classico dei classici, bello tra i belli, Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile è, attualmente, il libro napoletano più noto, meritando persino, in tempi recentissimi, una messinscena cinematografica che, in verità, non ha riscosso consensi straordinari, ma...

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Vedi Napoli e poi mangi e bevi

Un rapporto sul turismo enogastronomico individua la città partenopea come la più “appetibile” Gradualmente le riaperture stanno riportando turisti e visitatori nelle città italiane. Non sarà, purtroppo, un fenomeno di massa, ma considerati i presupposti, bisogna...

Parte il Festival delle Arti 2021

Parte il Festival delle Arti 2021

La rassegna, giunta alla sua sesta edizione, è organizzata dalla storica associazione Noi per Napoli Parte il Festival delle Arti 2021 Noi per Napoli dedicato alla città di Napoli, al suo patrimonio storico e culturale, alle sue tradizioni, alla Lirica e al Bel Canto...

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

“Il sangue di San Gennaro” di Sàndor Màrai

Altro classico che ascriviamo alla letteratura di Napoli è “San Gennaro vère” dell’autore ungherese Sàndor Màrai, il cui titolo italiano risponde a “Il sangue di San Gennaro”. E lo poniamo nella letteratura di Napoli non solo perché parla con slancio di una Città, a...

Ninfa plebea di Domenico Rea

Ninfa plebea di Domenico Rea

La seconda recensione di un classico della letteratura napoletana ha per oggetto, ovviamente, un libro straordinario, e ci ricorda, indirettamente, le consuetudini di un “Paese straordinario”. Ove la seconda “straordinarietà” non è da intendersi positivamente....

I sentieri della musica di Paolo Isotta

I sentieri della musica di Paolo Isotta

Una lettura dei classici della cultura napoletana e meridiana Diamo avvio questa settimana ad una nuova rubrica che ha per intento quello di rendere più noti opere e/o autori ascrivibili alla letteratura napoletana. Ricordando e rileggendo, nei limiti delle nostre...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te