Le Universiadi 2019 di Napoli sono a rischio

da | Apr 6, 2018 | Calcio Napoli, Cronaca | 0 commenti

Universiadi 2019, problemi  a causa dell’organizzazione

L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo. Seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza e numero di partecipanti, l’universiade è ritenuta un festival di sport e cultura internazionale dal gran richiamo.

Le prossime Universiadi sono previste nel 2019 a Napoli, ma si stanno incontrando numerosi problemi relativi all’organizzazione. La città di  Napoli è diventata paese ospitante dopo la rinuncia di Brasilia; con solo due anni e mezzo di tempo (rispetto ai canonici 5) i problemi relativi  alla preparazione stanno diventando allarmanti. Ieri, intanto, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha dichiarato attraverso il sito istituzionale della Regione Campania: «Siamo pienamente impegnati nel dare il nostro contributo. La struttura commissariale serviva e serve per accelerare le procedure avviate. Tempi e procedure restano le priorità. Saremo vicini al commissario e, come abbiamo sempre fatto, manteniamo ogni forma di collaborazione utile per concludere il percorso che porterà Napoli e la Campania alle Universiadi».  Nonostante le parole del presidente della Regione Campania sembrino confortanti, pare non si sia trovato un vero punto di accordo con il sindaco de Magistris, e che la kermesse sportiva si stia lentamente spostando verso Salerno.

Infatti, il processo di salernizzazione è palese: il villaggio olimpico sulle navi da crociera nel porto di Napoli si è già spostato, per un terzo, al campus di Fisciano. Il calcio ha come stadio principale l’Arechi di Salerno, mentre la scherma è  prevista a Baronissi. Infine, visti i ritardi sulla ristrutturazione del PalaVesuvio,  per la ginnastica c’è l’alternativa PalaSele di Eboli che già ospita e ha ospitato diverse manifestazioni sportive indoor internazionali. Se la città di Napoli non vuole perdere l’occasione di ospitare la prestigiosa manifestazione internazionale deve fare qualcosa in più. I rapporti non idilliaci tra regione Campania e comune di Napoli possono essere un deterrente, ma per il bene della città partenopea si spera si possa trovare un giusto accordo tra le parti.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te