Ciro D’Alessio in mostra al Borgo Marechiaro

da | Apr 6, 2018 | Cultura&Spettacolo, Vivere Napoli | 0 commenti

Sabato 7 e domenica 8 aprile, in occasione della suggestiva Festa di Santa Maria del Faro, l’associazione Borgo Marechiaro presenterà negli spazi antistanti la propria sede di Marechiaro, a Napoli, la personale di pittura Impressionismo Radicale di Ciro D’Alessio.
Tornato da Parigi a Napoli, nel gennaio del 2018racconta l’artistami sono accorto di non esser capace di disegnare e dipingere all’aperto qui come invece facevo nella capitale francese. La luce partenopea acceca lo sguardo, non permette di cogliere la realtà con tranquillo distacco nella sua compiutezza, è troppo forte, confonde e disintegra, più che manifestare.  Di qui – continua – la necessità pittorica di radicalizzare il colore e il gesto, nel tentativo di cogliere la luce radicale del Mediterraneo, che manifesta e rompe al tempo stesso per eccesso incontenibile di energia solare, che è anche energia di vita e passione. E tutta questa eruzione straripante di colori e sensazioni ha in Marechiaro la sua apoteosi”.

Partenopeo, classe 1977, Ciro D’Alessio compie studi umanistici e filosofici e in parallelo comincia l’attività pittorica, prima come autodidatta, poi sotto la guida di diversi esponenti della pittura figurativa napoletana. Trova nella pittura un aggancio alla concretezza sensibile del mondo, che gioca un ruolo ormai così marginale nella cultura contemporanea, avviata su percorsi di smaterializzazione e fabulazione.

[amazon_link asins=’B01CYIZJWE,B0087GLMSI,B00A1SADNU’ template=’ProductCarousel’ store=’ngg-it’ marketplace=’IT’ link_id=’eb72cbc8-39ab-11e8-9520-4bf8b7b56565′]

L’interesse per la materia sensibile lo ha portato in una prima fase a sperimentare un impressionismo figurativo molto personalizzato. In seguito la materia pittorica si è progressivamente sempre più staccata dalla sua funzione raffigurativa e simbolica per diventare il fine stesso della pittura, in un libero gioco di contrasti ed armonie.

L’inaugurazione della mostra a Marechiaro è prevista per sabato 7 aprile, alle 10.

Eventi e musica, Mooks si allarga

Eventi e musica, Mooks si allarga

Nella libreria del Vomero sarà inaugurato un piano dedicato all’intrattenimento Aprirà le porte al pubblico lunedì 19 luglio il nuovo hub del Mondadori bookstore di via Luca Giordano targato Mooks, un nuovo piano della grande libreria vomerese dedicato...

Allamentarse nunn’ abbasta  cchiu’…

Allamentarse nunn’ abbasta cchiu’…

A lengua napulitana verace va scumparenno Sempe cchiù pperzone s’allamentano pecché ’a lengua napulitana verace va scumparenno e ppecché pure cchille che ancora l’ausano spisso nu’ ssapeno scrivere manco doje righe senza piglià zarre e rrancefellune. E overamente...

Il premio Liburia a Salvio Zungri

Il premio Liburia a Salvio Zungri

La sesta edizione del prestigioso evento condotto dall’attore Gabriele Blair e dall’artista Anna Capasso Si è svolto giovedì 15 luglio, nel Chiostro della Parrocchia del S.S. Rosario ad Afragola in provincia di Napoli con inizio alle ore 19 il “Premio Liburia 2021”,...

Happening di scrittori  nella cornice di Sant’Angelo

Happening di scrittori nella cornice di Sant’Angelo

Sabato 17 luglio 2021, nella suggestiva cornice del molo turistico “Pablo Neruda” di Sant’Angelo d’Ischia, ventotto tra scrittori, imprenditori, artisti, docenti, autori emergenti ed esperti di comunicazione saranno i protagonisti della diciassettesima edizione del...

Successo per il Festival delle Arti

Successo per il Festival delle Arti

Grande festa per la cerimonia finale della rassegna di Noi per Napoli giunta alla sua VI edizione Olga De Maio e Luca Lupoli, noti artisti lirici del mondo musicale partenopeo, vincitori di numerosi concorsi internazionali, Pavarotti International, Mascagni, Mario...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te