Art and Feminism 2018. A Napoli la maratona di scrittura per far conoscere le donne artiste

da | Mar 17, 2018 | Cultura&Spettacolo, Vivere Napoli | 0 commenti

Un particolare evento targato Art And Feminism 2018 Naples si svolgerà sabato 17 marzo a partire dalle 9,30 presso la Biblioteca Nazionale di Napoli Vittorio Emanuele III.

In occasione della campagna internazionale Art+Feminism 2018, la Biblioteca Nazionale ospita la maratona di scrittura al femminile sulle protagoniste dell’arte di ogni tempo e luogo.

Dopo la presentazione del Fondo librario “Soggettività femminile” e un’introduzione dettagliata all’uso di Wikipedia, i partecipanti si confronteranno sull’arte di genere e sulle tematiche del gender gap; seguirà l’editathon, cioè l’incontro dove gli editori creano, modificano e migliorano gli articoli, delle voci precedentemente selezionate in base ai criteri di rilevanza enciclopedica.

Tale iniziativa si affianca agli eventi A+F 2018 organizzati in Italia durante tutto il mese di Marzo presso l’Ambasciata di Svezia a Roma, la Galleria degli Uffizi a Firenze, la Biblioteca BALI dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, le Università degli Studi di Milano e di Padova, il Liceo Artistico, Musicale e Coreutico “Walter Gropius” di Potenza e la Cittadella Politecnica di Torino. L’evento sarà comunicato sui social media attraverso l’uso degli hashtag #artandfeminism, #noweditingaf, #AF5.

L’appuntamento è previsto per sabato 17 marzo 2018, dalle 9.30 alle 13.30.

L’evento inizierà con i saluti di Francesco Mercurio, Direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli; a seguire Maria Iannotti  per il Fondo librario “Soggettività femminile” della Biblioteca Nazionale di Napoli; Maria Cristina Antonini  per il fondo Donne ad arte della Biblioteca “Anna Caputi” dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Alle 10,00 Marina Borrelli dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con “L’arte e il femminismo in Italia negli anni Settanta”; Camelia Boban per Art and feminism e Wikidonne.

Successivamente l’intervento di Gianfranco Buttu e Alessandra Boccone di Wikimedia Italia per Scrivere Wikipedia.

Alle 11,00 è previsto l’Editathon, gli edit-a-thons finiranno la loro maratona di contribuzione per le 13,30.

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Un pianoforte nella Stazione Centrale di Napoli

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te